Vitamina B12, benefici e alimenti in cui è contenuta

vitamina b12

La vitamina B12 o cobalamina è l’unica vitamina idrosolubile che, nonostante si sciolga in acqua, si riesce a mantenere in riserve importanti all’interno dell’organismo e più precisamente a livello epatico.

Queste riserve sono talmente tanto elevate da coprire il fabbisogno per lunghi periodi, fino a 3-5 anni. Con il termine vitamina B12 si intende un gruppo di sostanze affini chimicamente contenenti cobalto, da qui note come cobalamine. Puoi approfondire la guida a tutte le vitamine sul sito della farmacia savorani.

A cosa serve la vitamina B12

Il complesso delle vitamine B12 è fondamentale per la produzione dei globuli rossi e per la formazione del midollo osseo. È coinvolta inoltre nel metabolismo degli amminoacidi e degli acidi grassi, coadiuva la sintesi del DNA e dell’RNA (come l’acido folico).

Dove si trova la vitamina B12

La vitamina B12 si trova principalmente in alimenti di origine animale, come:

  • Fegato
  • Carne di manzo e di maiale
  • Uova
  • Latte e i suoi derivati
  • Pesce (molluschi, sardine, sgombro, tonno e salmone)

La vitamina B12 non subisce variazioni in cottura.

Ci sono anche degli alimenti di origine vegetale (come il lievito di birra e alcune alghe) che contengono la vitamina B12, ma sono dosi veramente irrisorie che poco aiutano rispetto al fabbisogno giornaliero.

Quanta vitamina B12 assumere giornalmente?

Il fabbisogno quotidiano di vitamina B12 per un adulto è di circa 2-2,5 mg. Questa quantità di vitamina B12 è fornita da una normale dieta varia ed equilibrata. In caso di gravidanza e allattamento il fabbisogno cresce leggermente così da garantirne il giusto quantitativo anche al feto.

Carenza di vitamina B12

La carenza da vitamina B12 provoca una malattia chiamata anemia perniciosa e lesioni nervose (neuropatie). La carenza spesso è dovuta ad una dieta alimentare poco equilibrata o vegetariana, ad un eccesso di alcool, tra gli anziani e per alcuni farmaci che ne ostacolano la funzione.
Spesso una carenza si manifesta anche in coloro che hanno subito interventi di asportazione dello stomaco, dove viene assorbita la vitamina B12. 

I principali sintomi con cui si manifesta la carenza di vitamina B12 sono:

  • Debolezza
  • Affaticamento
  • Pallore
  • Frequenza cardiaca accelerata
  • Ingrossamento di milza e fegato
  • Respiro affannoso
  • Vertigini 
  • Problemi intestinali
  • Formicolio e perdita di sensibilità nelle mani e nei piedi
  • Debolezza muscolare
  • Perdita di riflessi
  • Confusione, difficoltà nel concentrarsi e demenza
  • Irritabilità, disturbi dell’umore e depressione 

La carenza di vitamina B12 si diagnostica con un esame del sangue. Si può ovviare a questa carenza, con l’assunzione di integratori di vitamina B12.

Sintomi da assunzione eccessiva di vitamina B12

Non ci sono studi sugli effetti nocivi, se non tremore, gonfiore e nervosismo, dovuti all’assunzione eccessiva di vitamina B12 in quanto l’eccesso viene eliminato attraverso le urine.
Può però provocare in casi estremamente rari problemi ai reni.