Cerca
Cerca
Respirazione pesante: cause e trattamenti comuni

Respirazione pesante: cause e trattamenti comuni

A volte potresti scoprire di respirare più del normale, ma cosa causa una respirazione pesante? Sebbene alcune situazioni, come l’esecuzione di attività fisica (ad esempio jogging o jumping jacks), possano causare una respirazione temporanea, questo è normale e atteso.

È quando diventi senza fiato, nonostante non sia impegnato in attività stimolanti che possono indicare un problema.

Una respirazione pesante durante i periodi di inattività suggerisce che non stai ricevendo abbastanza ossigeno, che potrebbe essere causato da una serie di condizioni.

Un colpetto di naso o sinusite da raffreddore, influenza o allergie potrebbe essere il colpevole, o potrebbe essere qualcosa di più grave come il disturbo polmonare ostruttivo cronico (BPCO), la polmonite o anche un infarto.

Quali sono le cause respiro pesante?

respiro pesante può essere causato da molteplici fattori e la gravità varia da lieve a pericolo di vita. Se è possibile identificare un acuto stimolo-come camminare velocemente su per le scale o l’esposizione ad un allergene-prendere una pausa o un antistaminico e aspettare che le condizioni per migliorare.

Ma se si tratta di una causa sconosciuta e non si riesce a capire come fermare il respiro pesante, c’è una lista di controllo si può passare attraverso. Purtroppo, se non si sente come una reazione a freddo o allergie, potrebbe essere necessario farti all’ufficio del medico per una diagnosi.

Dai un’occhiata a questi colpevoli più diffusi e vedi se potrebbero essere dietro la tua respirazione rapida:

Allergie

Un’allergia si ha quando il tuo corpo viene irritato da un materiale normalmente benigno. Nel caso di allergeni che possono essere inalati come peli di animali domestici, pollini o polvere, l’irritazione sarà concentrata nei polmoni o nei tubi bronchiali.

Ciò causa gonfiore e probabilmente infiammazione che può portare a respirazione pesante. Questi tipi di allergie spesso si presentano con altri sintomi come il respiro sibilante, gli occhi lacrimanti o arrossati o l’irritazione nasale.

Asma

L’asma è una condizione in cui le vie respiratorie diventano particolarmente sensibili e soggette a reazioni eccessive, simili a un’allergia. Quando viene provocata, le vie respiratorie si restringono e producono un eccesso di muco che compromette la capacità di respirare correttamente.

I trigger di asma non sono sempre gli stessi tra le persone con la condizione ma possono includere allergeni presenti nell’aria, temperatura, stress o determinati cibi o bevande. Gli attacchi di asma sono di solito accompagnati da oppressione al petto e un sibilo o respiro sibilante quando si espira.

Febbre

Quando si riscalda e la temperatura corporea aumenta, consuma più ossigeno. Poiché i muscoli e i tessuti assorbono l’ossigeno a un ritmo più elevato, può portare a una mancanza di respiro.

Non preoccuparti; sedetevi, rilassatevi e magari mettete un asciugamano fresco e umido sulla vostra testa. Entro pochi istanti, dovresti riprendere uno schema di respiro normale. Naturalmente, la febbre potrebbe indicare una condizione di salute più grave, quindi controlla la situazione.

Disturbi cardiovascolari

Il cuore e i polmoni lavorano insieme per ottenere il sangue ossigenato e inviarlo attraverso il corpo. Di conseguenza, i problemi in un sistema possono a volte interessare l’altro.

Se il tuo cuore sta pompando troppo velocemente, allora richiede più ossigeno dai polmoni e, a sua volta, i polmoni garantiranno un più alto livello di respirazione. Inoltre, cicatrici o danni al cuore possono renderlo difficile e lavorare di più per portare a termine i suoi compiti, contribuendo anche alla respirazione rapida.

Innumerevoli malattie e condizioni genetiche possono causare problemi cardiaci in grado di influenzare la respirazione, ma in generale, si dovrebbe notare un cambiamento nella frequenza cardiaca che coincide con i periodi di respiro pesante.

Fumo

L’interno dei polmoni è rivestito da minuscoli peli chiamati “villi” che fungono da meccanismo di filtrazione per rimuovere qualsiasi detrito o catarro che entra come parte della respirazione. Il calore e le sostanze chimiche contenute nel fumo sono abbastanza forti da bruciare i villi e privare i polmoni dei loro importanti servizi.

La flemma continuerà a crescere e ad assorbire sostanze chimiche e detriti, formando una sorta di catrame all’interno dei polmoni. Ciò si traduce nel restringimento delle vie respiratorie del polmone e provoca respiro sibilante, pesante o rapido mentre il corpo cerca di ottenere aria adeguata attraverso un passaggio più piccolo.

Broncopneumopatia cronica ostruttiva

La BPCO fa riferimento a una serie di condizioni infiammatorie croniche che colpiscono i polmoni e le vie respiratorie. Le condizioni sono solitamente il risultato di un’esposizione a lungo termine a particolati irritanti (il fumo è la causa più comune) e le due forme più diffuse di BPCO sono l’enfisema e la bronchite cronica.

L’enfisema è quando le sacche d’aria (alveoli) alle estremità delle vie aeree sono distrutte e la bronchite è un’infiammazione del rivestimento dei bronchi che trasportano l’aria dagli alveoli ai polmoni.

I principali sintomi della bronchite cronica sono la tosse quotidiana e la produzione di espettorato, ma altri sintomi della BPCO comprendono respiro corto, respiro sibilante, risveglio con eccesso di muco nei polmoni e frequenti infezioni respiratorie.

Obesità

Il cuore deve pompare il sangue su tutto il corpo e più corpo hai, più difficile è questo. Come accennato in precedenza, se il cuore deve pompare più velocemente, allora ha bisogno dei polmoni per aumentare il dovere di tenere il passo, il che si traduce in respiro pesante.

Inoltre, gli individui obesi tendono ad avere il loro peso corporeo trasportato nell’area del drift medio, ponendo una pressione extra sui polmoni.

Ansia

In periodi di intensa ansia – specialmente in coloro che soffrono di ansia clinica – la respirazione rumorosa e la mancanza di respiro possono essere sintomi. Sfortunatamente, la respirazione pesante può alimentare ulteriore ansia e farla sentire come una lotta per ottenere abbastanza ossigeno.

Se possibile, rimuoviti dalla situazione e vai in un posto tranquillo dove puoi sederti e cercare di regolare la respirazione. Se hai una storia di problemi cardiovascolari, dovresti chiamare il 911 o andare in ospedale immediatamente.

Apnea del sonno e russamento

Se ti svegli ansimando per aria o sei stato informato che stai respirando pesantemente durante il sonno, potrebbe essere dovuto a russare o apnea notturna. L’apnea notturna è causata da blocchi alle vie respiratorie derivanti da muscoli della gola rilassati. Finisci senza fiato per l’aria perché non puoi prendere ossigeno.

Alcune altre cause di respirazione pesante durante il sonno includono congestione nasale, BPCO, insufficienza cardiaca e obesità.

Esercizio

Periodi di esercizio fisico potenziato, come l’esercizio fisico, comportano un aumento della domanda di ossigeno e mancanza di respiro. Più i muscoli stanno lavorando, più ossigeno hanno bisogno.

La frequenza cardiaca aumenta per pompare sangue ricco di ossigeno in tutto il corpo, e il consumo aumentato può lasciarti respirare più forte.

Come trattare respiro pesante

Il trattamento per la respirazione pesante dipenderà da ciò che lo ha causato. Ad esempio, nel caso di esercizio fisico o di un maggiore sforzo fisico, prendere un momento per sedersi e riposare dovrebbe trattare bene la respirazione affannosa.

Per condizioni come l’asma e la BPCO, i trattamenti includeranno in genere inalatori di corticosteroidi per ridurre l’infiammazione e aprire le vie respiratorie. Raffreddori, sinusite e allergie sono tipicamente trattati con antistaminici o spray nasali decongestionanti. Le bevande calde possono anche aiutare con il muco.

Quando la mancanza di respiro è causata dall’insufficienza cardiaca, è possibile utilizzare un certo numero di farmaci. Questi includono opzioni come vasodilatatori, beta-bloccanti e ACE-inibitori. Potrebbe essere necessaria anche la chirurgia.

Come prevenire respiro pesante

  • Evita i trigger: Un buon punto di partenza sarebbe prendere provvedimenti per evitare i trigger. La maggior parte dei problemi di respirazione ha una sorta di trigger se si tratta di sforzo fisico o allergeni nell’aria. Prestando attenzione al proprio corpo e osservando ciò che scatena periodi di respiro pesante, è possibile adottare misure per ridurre l’esposizione. Nei casi in cui l’esposizione è inevitabile, puoi invece optare per le protezioni. Ad esempio, se hai allergie stagionali ma devi uscire, puoi provare ad indossare una maschera facciale.
  • Regolazioni dello stile di vita Le regolazioni dello stile di vita possono essere utilizzate per alleviare i sintomi o per migliorare la forza polmonare. Per le persone obese o in sovrappeso, l’adozione di misure per perdere anche un po ‘di peso può avere un effetto impressionante sulla salute polmonare. Va anche detto che, se fumi, smettere di fumare è altamente consigliabile poiché si possono fare pochi progressi nella salute dei polmoni mentre si inala regolarmente la miscela riscaldata di cenere e sostanze chimiche.
  • Lavati le mani: I virus del raffreddore e dell’influenza, e molti altri, sono passati attraverso il contatto superficiale umano. Lavarsi le mani con acqua calda e sapone quando si arriva a una nuova destinazione o tornare a casa per ridurre le possibilità di infezione
  • Avere una valutazione del sonno: Una valutazione del sonno in una clinica del sonno può aiutare a determinare se soffri di apnea notturna. Uno dei modi più efficaci per trattare la mancanza di respiro durante il sonno è con una maschera di ossigeno. Dopo il periodo di adattamento iniziale, probabilmente non avvertirai alcun disagio e noterai una grande differenza nella qualità del sonno.

Quando vedere il tuo dottore

Dal momento che la respirazione pesante può avere così tante possibili cause – alcune delle quali possono causare sintomi sovrapposti – è meglio ottenere una diagnosi ferma dal proprio medico. Oltre a ciò, le cause più comuni di respirazione pesante di solito non richiedono attenzione di emergenza.

L’eccezione principale a questo è se le tue difficoltà respiratorie improvvisamente peggiorano o stai avendo un attacco d’asma che non viene alleviato dall’uso dell’inalatore. In questi casi, è necessario rivolgersi al medico quanto prima.