Cerca
Cerca
Puoi bere il caffè mentre fai digiuno intermittente?

Puoi bere il caffè mentre fai digiuno intermittente?

Il digiuno intermittente è un modello di dieta popolare che coinvolge il ciclismo tra i periodi di mangiare e il digiuno.

La ricerca suggerisce che il digiuno intermittente può favorire la perdita di peso e ridurre i fattori di rischio per determinate condizioni croniche, come malattie cardiache, diabete e malattia di Alzheimer.

Se sei nuovo al digiuno intermittente, potresti chiederti se ti è permesso bere un caffè durante un digiuno.

Questo articolo spiega se il digiuno intermittente consente il caffè durante i periodi di digiuno.

Il caffè nero non ti spezzerà il digiuno

È improbabile che bere quantità moderate di bevande a basso o zero calorico durante una finestra di digiuno compromettano il tuo digiuno in modo significativo.

Questo include bevande come il caffè nero.

Una tazza (240 ml) di caffè nero contiene circa 3 calorie e una quantità molto piccola di proteine, grassi e oligoelementi.

Per la maggior parte delle persone, i nutrienti contenuti in 1-2 tazze (240-470 ml) di caffè nero non sono sufficienti per avviare un cambiamento metabolico significativo che potrebbe spezzare un digiuno.

Alcuni dicono che il caffè sopprima l’appetito, rendendo più facile restare fedeli a lungo termine. Tuttavia, questa richiesta rimane scientificamente non dimostrata.

Nel complesso, bere un caffè moderatamente non disturberà in modo significativo il digiuno intermittente. Assicurati di tenerlo nero, senza ingredienti aggiunti.

È improbabile che il caffè nero ostacoli i benefici del digiuno intermittente. In generale è bene berlo durante i digiuni.

Il caffè può rafforzare i benefici del digiuno

Sorprendentemente, il caffè può migliorare molti dei benefici del digiuno.

Questi includono una migliore funzionalità cerebrale e una riduzione dell’infiammazione, della glicemia e del rischio di malattie cardiache.

Benefici metabolici

L’infiammazione cronica è una causa alla radice di molte malattie. La ricerca suggerisce che sia il digiuno intermittente che l’assunzione di caffè possono aiutare a ridurre l’infiammazione.

Alcune ricerche suggeriscono che un maggiore consumo di caffè è associato a un ridotto rischio di sindrome metabolica, che è una condizione infiammatoria caratterizzata da ipertensione, eccesso di grasso corporeo, colesterolo alto e livelli elevati di zucchero nel sangue.

Gli studi collegano anche l’assunzione di caffè a un minor rischio di diabete di tipo 2. Inoltre, fino a 3 tazze (710 ml) di caffè al giorno sono associate a un rischio ridotto del 19% di morte per malattie cardiache.

Salute del cervello

Uno dei motivi principali per cui il digiuno intermittente è cresciuto in popolarità è il suo potenziale per promuovere la salute del cervello e proteggere dalle malattie neurologiche legate all’età.

È interessante notare che le quote di caffè e integra molti di questi benefici.

Come il digiuno intermittente, il consumo regolare di caffè è associato a un ridotto rischio di declino mentale, nonché alle malattie di Alzheimer e Parkinson.

A digiuno, il tuo corpo produce energia dal grasso sotto forma di chetoni, un processo legato al miglioramento della funzione cerebrale. Le prime ricerche indicano che la caffeina nel caffè può anche promuovere la produzione di chetoni.

Il digiuno intermittente può anche sostenere la salute del cervello attraverso un aumento dell’autofagia.

L’autofagia è il modo in cui il tuo corpo sostituisce le cellule danneggiate con quelle sane. La ricerca suggerisce che potrebbe salvaguardare il declino mentale legato all’età.

Inoltre, uno studio sui topi ha legato il caffè ad un aumento significativo dell’autofagia.

Pertanto, può essere particolarmente vantaggioso includere quantità moderate di caffè nel regime di digiuno intermittente.

Il caffè condivide molti degli stessi benefici del digiuno, tra cui una ridotta infiammazione e una migliore salute del cervello.

Gli ingredienti aggiunti potrebbero ridurre i benefici del digiuno

Anche se il caffè da solo non è in grado di spezzare il digiuno, gli ingredienti aggiunti potrebbero.

Caricando la tua tazza con additivi ipercalorici come latte e zucchero può interrompere il digiuno intermittente, limitando i benefici di questo schema alimentare.

Molti rinomati centri di salute e media sostengono che non si romperà il digiuno finché rimarrai sotto 50-75 calorie durante ogni finestra di digiuno. Tuttavia, nessuna prova scientifica sostiene queste affermazioni.

Invece, si dovrebbe consumare il minor numero possibile di calorie durante il digiuno.

Per esempio, lattés, cappuccini e altre bevande al caffè ipercaloriche o zuccherate dovrebbero essere vietate durante i digiuni.

Mentre il caffè nero è la scelta migliore, se devi aggiungere qualcosa, un cucchiaino da tè (5 ml) di panna o olio di cocco sarebbe una buona opzione, poiché è improbabile che possa alterare significativamente i livelli di zucchero nel sangue o l’apporto calorico totale.

Altre considerazioni

Una tazza singola (240 ml) di caffè contiene circa 100 mg di caffeina.

Consumare troppa caffeina dal caffè potrebbe portare a effetti collaterali, tra cui palpitazioni cardiache e temporanei aumenti della pressione sanguigna.

Uno studio ha rilevato che un’elevata assunzione di caffè – fino a 13 tazze (3,1 litri) al giorno – ha determinato un aumento dei livelli di insulina a digiuno, suggerendo una diminuzione a breve termine della sensibilità all’insulina.

Se stai usando il digiuno intermittente per migliorare i livelli di insulina a digiuno o aumentare la sensibilità all’insulina, ti consigliamo di moderare l’assunzione di caffè.

Inoltre, l’assunzione eccessiva di caffeina potrebbe danneggiare la qualità del sonno. Uno scarso sonno può danneggiare la vostra salute metabolica nel tempo, il che potrebbe annullare i benefici del digiuno intermittente.

La maggior parte delle ricerche indica che fino a 400 mg di caffeina al giorno sono probabilmente sicuri per la maggior parte delle persone. Ciò equivale a circa 3-4 tazze (710-945 ml) di caffè normale al giorno. Se bevi il caffè durante i tuoi periodi di digiuno, evita gli additivi ipercalorici e ricchi di zuccheri, perché potrebbero spezzarti il ​​digiuno.

Dovresti bere un caffè mentre digiuni?

In fin dei conti, bere caffè durante un digiuno dipende dalle preferenze personali.

Se non ti piace il caffè o non lo bevi al momento, non c’è motivo di iniziare. È possibile ottenere molti degli stessi benefici per la salute da una dieta ricca di cibi integrali e nutrienti.

Tuttavia, se una tazza calda di Joe sembra rendere il tuo digiuno un po ‘più semplice, non c’è motivo di smettere. Ricorda solo di praticare la moderazione ed evitare ingredienti extra.

Se ti accorgi che stai bevendo troppo caffè o hai problemi a dormire, potresti decidere di ridurre la concentrazione e concentrarti esclusivamente sul digiuno intermittente.

Bere una moderata quantità di caffè nero durante il digiuno intermittente è perfettamente salutare. Tuttavia, vorrai moderare l’assunzione ed evitare la maggior parte degli additivi come lo zucchero o il latte.

La linea di fondo

È possibile bere quantità moderate di caffè nero durante i periodi di digiuno, in quanto contiene pochissime calorie ed è improbabile che violi il digiuno.

Infatti, il caffè può aumentare i benefici del digiuno intermittente, che include una riduzione dell’infiammazione e una migliore funzionalità cerebrale.

Tuttavia, dovresti evitare gli additivi ipercalorici.

È anche meglio guardare l’assunzione, poiché il consumo eccessivo può danneggiare la salute.