Cerca
Cerca
Mac e formaggio: questa famiglia classica è realmente tossica?
Condividi:

Mac e formaggio: questa famiglia classica è realmente tossica?

Recentemente sono emerse alcune notizie scioccanti sulla potenziale tossicità di uno dei cibi più popolari in America: mac e formaggio in scatola. E intendo: due milioni di scatole vendute ogni giorno in tutto il paese, godute (o almeno mangiate) da tutti, dai bambini ai nonni.

I risultati dello studio hanno indicato che ftalati (pronostici thal-eights), una sostanza chimica vietata da anelli da dentizione e giocattoli di plastica circa 10 anni fa, si trovano ancora in alte concentrazioni in maccheroni in scatola realizzati con formaggio in polvere.

Ma questo è trovare qualcosa di cui devi preoccuparti?

La verità è che è difficile da dire. Lo studio, per esempio, non è stato pubblicato in una rivista peer-reviewed, il che significa che i risultati non sono stati esaminati da un team di professionisti. È stato condotto a nome della sicurezza alimentare e dei gruppi di salute pubblica per ottenere rapidamente le notizie, quindi questo deve essere preso in considerazione.

Il tuo Mac in scatola e il formaggio sono davvero tossici?

Gli effetti sulla salute degli ftalati sono stati ben studiati in passato e i risultati sono piuttosto preoccupanti.

Gli ftalati sono classificati come interferenti endocrini e possono causare problemi con testosterone, difetti alla nascita dei genitali e problemi comportamentali. I rischi sono più alti per i bambini piccoli e le donne in gravidanza perché gli ftalati sembrano ostacolare lo sviluppo.

Quindi, se questo è il caso, come finiscono in uno dei piatti classici più amati d’America?

Queste sostanze chimiche non sono direttamente aggiunte al cibo; invece, filtrano dalla confezione. Gli ftalati sono anche presenti nelle materie plastiche e nelle vernici utilizzate nel processo di fabbricazione (nastri trasportatori, ecc.) E si legano piuttosto facilmente ai grassi e agli altri composti del latte.

Quindi, questi prodotti chimici non si trovano solo in mac e formaggio in scatola, ma anche in fiocchi di latte, burro, formaggio confezionato, pesce surgelato e altro ancora.

Ciò che è interessante, tuttavia, è che il legame non sembra essere particolarmente coerente tra i prodotti alimentari, con diversi fattori che entrano in gioco tra i prodotti. La ragione per cui i maccheroni in scatola e il formaggio hanno alzato le bandiere rosse è perché i livelli di ftalati trovati nel formaggio in polvere erano significativamente più alti di quelli che si trovano nel formaggio naturale non trasformato, circa quattro volte superiore. Questo era vero anche per i prodotti mac e formaggi etichettati come “biologici”.

L’America sembra essere in ritardo rispetto ad altri paesi quando si tratta di regolamentazione dei ftalati. E potrebbe danneggiare seriamente i nostri figli. La Cina e altri paesi europei hanno adottato misure per limitare gli ftalati negli imballaggi e nei materiali di lavorazione degli alimenti, mentre la Food and Drug Administration (FDA) statunitense a casa continua a ritenere che i livelli riscontrati negli alimenti americani siano sicuri.

Molti professionisti del settore medico e specialisti endocrini hanno sollecitato il governo ad adottare regolamenti più severi in merito a queste sostanze chimiche dannose. Ma fino a quando non lo fanno, cosa puoi fare?

Come evitare gli ftalati

Ecco tre suggerimenti per limitare l’esposizione agli ftalati.

1. Utilizzare i contenitori di vetro più spesso

Possono essere un po ‘più pesanti e più costosi, ma non lisciviano sostanze chimiche nel cibo.

2. Limitare i cibi confezionati

Se hai una dieta ricca di alimenti confezionati, prova a ridurli. Concentrati maggiormente su prodotti freschi e prodotti da forno e formaggi che non si trovano in una busta o un contenitore di plastica.

3. Diversifica la tua dieta

A seconda di quanto spesso mangi gli stessi alimenti confezionati, potresti avere un carico tossico relativamente alto. Accendi i cibi che mangi per ridurre il rischio.

Condividi: