Cerca
Cerca
Linfonodi occipitali gonfi: cause, sintomi e trattamenti

Linfonodi occipitali gonfi: cause, sintomi e trattamenti

Quali sono i linfonodi occipitali?

Centinaia di linfonodi costituiscono il sistema linfatico del corpo umano. I linfonodi occipitali sono i linfonodi localizzati nella parte posteriore della testa e vicino all’osso occipitale del cranio. Simile ad altri linfonodi, i linfonodi occipitali sono collegati ai vasi linfatici e pertanto hanno un ruolo attivo nel sistema immunitario.

I linfonodi sono siti integrali per linfociti B e T e altri globuli bianchi. Possono essere descritti come organi a forma di rene spesso delle dimensioni di un piccolo fagiolo o pisello e normalmente non li si può sentire.

Tuttavia, sotto la pelle, a volte i linfonodi possono diventare duri, teneri, gonfi e persino dolorosi quando vengono toccati. È anche possibile che si sviluppi un’eruzione cutanea.

La posizione di un linfonodo gonfio spesso informa il medico del tipo di infezione. Scoprire i linfonodi occipitali gonfiati può essere un sintomo di una malattia grave o di un’infezione batterica o virale.

Questo articolo fornirà ulteriori dettagli sul numero di cause del linfonodo occipitale gonfio, nonché sui sintomi e sul trattamento per un linfonodo occipitale gonfio.

Dove sono localizzati i linfonodi occipitali?

Il tipo di linfonodo dipenderà dalla posizione. Ci sono circa 600 a 700 linfonodi nel corpo, che si trovano spesso sotto le ascelle, l’area inguinale e il collo.

Dove si trovano i linfonodi occipitali? Hai tre o cinque linfonodi occipitali trovati nella parte posteriore della testa e appena dietro l’osso occipitale del cranio.

I linfonodi occipitali filtrano le sostanze nocive dai vasi linfatici che attraversano il cuoio capelluto. Di conseguenza, questi linfonodi aiutano a rimuovere le impurità e le sostanze nocive dal corpo, che possono includere cellule cancerose e particelle estranee.

È possibile trovare la posizione approssimativa del linfonodo occipitale mettendo la mano sulla nuca. Immagina una linea immaginaria tra la base delle orecchie e lungo la parte posteriore della testa e l’occipitale nel mezzo.

Detto questo, sarà difficile trovare il linfonodo occipitale a meno che non sia gonfio. Questo è spesso durante i periodi di infezione in cui il linfonodo rilascerà più linfociti, che causa gonfiore probabilmente a causa di un blocco nei vasi linfatici.

Il termine medico per un linfonodo occipitale gonfio è la linfoadenopatia. Il linfonodo tornerà alla dimensione normale solo dopo aver eliminato il blocco.

Quali sono i motivi per cui i linfonodi occipitali si gonfiano?

Cosa causa il rigonfiamento dei linfonodi occipitali? I linfonodi si gonfieranno a causa di un’infezione virale, batterica o fungina. Il nome medico per questo è linfoadenite, che si verifica quando uno o più dei linfonodi sono ingranditi a causa di infiammazione.

Altre volte i linfonodi occipitali gonfiati possono essere un segno di un’infezione alla gola o alle tonsille, una malattia trasmessa per via sessuale, rigetto di trapianti di innesto, malattia genetica da accumulo lipidico, sarcoidosi, o anche cancro o linfoma non Hodgkin.

In questa sezione verranno fornite ulteriori informazioni sulle varie cause dei linfonodi occipitali.

1. Infezioni batteriche

I linfonodi occipitali gonfiati possono essere causa di infezioni batteriche sul cuoio capelluto. Ciò causerà il drenaggio dei detriti e delle tossine attraverso i linfonodi nella parte posteriore della testa e pertanto ne risulterà gonfiore.

I batteri come lo stafilococco o lo streptococco causano spesso infezioni batteriche e portano i linfonodi a ingrossarsi e gonfiarsi.

Le infezioni dell’orecchio batterico causano anche linfonodi occipitali gonfiati e questo può portare a problemi di udito, febbre e drenaggio dall’orecchio.

2. Infezioni fungine

Un’infezione fungina è un’altra ragione per i linfonodi occipitali. Uno studio pubblicato sulla rivista Pediatrics in Review ha riportato che la funzione tigna dell’infezione (Tinea capitis) può influenzare il cuoio capelluto e causare gonfiore nei linfonodi occipitali.

Altri sintomi includono croste gialle sul cuoio capelluto, perdita di capelli e forfora (prurito del cuoio capelluto).

3. Infezioni virali

Anche le infezioni virali possono talvolta causare linfonodi occipitali gonfiati. La rosolia, chiamata anche morbillo tedesco, è una condizione virale che può causare gonfiore delle ghiandole nella testa e nel collo.

Un’altra causa di linfonodi occipitali di origine virale è la mononucleosi, chiamata anche mono. Il virus Epstein-Barr è una causa comune di mono, che produce anche sintomi come mal di gola, mal di testa, febbre, chiazze bianche sulle tonsille e affaticamento.

4. Cancro

Alcuni tumori possono diffondersi al sistema linfatico e portare a linfonodi occipitali gonfiati. Una review pubblicata nel China Journal of Cancer nel 2016 ha riportato che il cancro nei linfonodi, chiamato anche linfoma, può causare rigonfiamenti alla base del cranio.6

Sebbene rari, il cancro della tiroide, il cancro del polmone, il cancro del cuoio capelluto e il melanoma possono tutti portare al linfoma. Se il nodulo alla base del collo è duro e continua a crescere, farlo controllare immediatamente da un medico.

5. Linfoma non Hodgkin

Il linfoma non Hodgkin è un altro tipo di cancro che colpisce il sistema linfatico. Questo tipo di cancro può interessare qualsiasi linfonodo del corpo, inclusi i linfonodi occipitali.

Il linfoma non Hodgkin causerà uno o più linfonodi ingrossati che sono spesso sotto l’ascella, l’inguine, il torace, l’addome o il lato del collo.

Altri sintomi linfoma non-Hodgkin includono anemia, stanchezza, perdita di peso inspiegabile, febbre, mancanza di appetito, sudorazione notturna e prurito su tutto il corpo.

6. STD

Un linfonodo gonfio è anche un sintomo comune di malattie trasmesse sessualmente (STD) come la sifilide, mono e HIV (virus dell’immunodeficienza umana). Da queste malattie sessualmente trasmissibili, la mono può influenzare i linfonodi della parte superiore del corpo e portare a linfonodi occipitali gonfiati.

Mono, chiamato anche la malattia del bacio, può essere trasmesso attraverso la saliva da baci, starnuti o tosse.

7. tonsillite

Le tonsille sono linfonodi che si trovano nella parte superiore della gola e nella parte posteriore della bocca. Simile agli altri linfonodi, le tonsille aiutano a filtrare germi e batteri per aiutare a prevenire le infezioni.

Quando vengono infettate, le tonsille si infiammano e causano problemi come febbre, brividi, dolore alle orecchie, difficoltà a deglutire e tenerezza alla gola e alla mascella.

Esiste anche la possibilità che la tonsillite possa diffondersi ad altri linfonodi e causare un linfonodo occipitale gonfio.

8. Infezioni della gola

Un linfonodo occipitale gonfio è una causa comune di infezioni alla gola, mal di gola, irritazione alla gola e disagio e difficoltà a deglutire.

Altri sintomi di infezioni della gola comprendono raucedine, macchie di tonsille e ghiandole del collo gonfie. Virus e batteri sono le principali cause di infezioni della gola come pertosse, mal di gola e difterite.

9. Sarcoidosi

La sarcoidosi è una condizione in cui vi è una piccola raccolta di cellule infiammatorie conosciute come granulomi, che si trovano negli occhi, nella pelle, nei polmoni e nei linfonodi.

È un’altra condizione in cui vi è una risposta del sistema immunitario a una sostanza sconosciuta. I sintomi della sarcoidosi dipenderanno da quali organi sono colpiti; tuttavia, in alcuni casi, possono esserci dei linfonodi occipitali gonfiati o altri linfonodi infiammati.

10. Malattia genetica da accumulo di lipidi

Le malattie genetiche da accumulo di lipidi sono un gruppo di disturbi in cui vi è un eccesso di sostanze grasse nel sangue. Alcune di queste sostanze includono lipoproteine, trigliceridi e colesterolo.

I linfonodi occipitali gonfiati o altri nodi infiammati possono indicare che questi materiali grassi non vengono effettivamente rimossi dal corpo.

È importante notare che questi disturbi lipidici possono portare allo sviluppo di malattie cardiache e aterosclerosi. Alcuni disturbi lipidici sono genetici, mentre altri possono essere causati da altri fattori come il diabete e le diete ad alto contenuto di grassi.

11. Respingimenti per trapianto trapianto

Un trapianto avviene quando tessuti, organi o cellule vengono trasferiti da un sito all’altro. I trapianti di organi comuni comprenderanno polmone, cuore, fegato o rene.

Un forte sistema immunitario è molto importante per un trapianto di successo. Tuttavia, dal momento che il lavoro del sistema immunitario è quello di combattere gli agenti stranieri, può respingere i tessuti o le cellule trapiantati.

Un sintomo comune di rigetto del trapianto di organi è l’infiammazione o il rigonfiamento dei linfonodi, soprattutto perché il sistema linfatico è una parte molto importante del sistema immunitario.

Sintomi di linfonodi occipitali gonfiati

Qualsiasi infezione linfonodale libererà i linfociti per aiutare a combattere l’infezione. Inoltre, vengono inviati globuli bianchi e altre cellule per combattere l’infezione.

Un tale aumento drastico delle cellule causa rigonfiamenti dei linfonodi occipitali.

Oltre a un linfonodo occipitale gonfio, ci sono una varietà di altri sintomi comuni del linfonodo occipitale:

  • Irritazione del linfonodo
  • Prurito del cuoio capelluto (forfora)
  • Dolore al collo e rigidità

Diagnosi e terapia per linfonodi occipitali ingrossati

Diagnosi

Come viene diagnosticato un linfonodo occipitale gonfio? Per la diagnosi, il medico ti chiederà informazioni sulla tua storia medica e sui sintomi che potresti provare. Il medico potrebbe anche voler sapere da quanto tempo sono iniziati i sintomi, o se hanno iniziato improvvisamente.

Ci sarà anche un esame fisico per aiutare a determinare la causa del dolore e del gonfiore associati al linfonodo occipitale. I linfonodi occipitali più profondi dovranno essere scansionati con uno schermo di imaging.

Altri test che potresti richiedere includono esami del sangue, una biopsia del linfonodo o una radiografia del torace.

Trattamento

Questo ci porta a come viene trattato un linfonodo occipitale gonfio. Il trattamento dipenderà dalla causa sottostante del linfonodo occipitale gonfio.

Allo stesso tempo, è importante trattare il tuo linfonodo occipitale gonfio il più presto possibile. Questo perché una volta che un’infezione si è diffusa in alcuni linfonodi può diffondersi in altri nodi e in altre parti del corpo.

La prima linea di trattamento convenzionale per i linfonodi occipitali gonfiati è antibiotici, che hanno dimostrato di essere efficaci nelle prime fasi del problema.

Detto questo, i batteri resistenti agli antibiotici come lo S. aureus meticillino-resistente hanno reso necessario andare con antibiotici con meno resistenza o scegliere un altro trattamento.

Gli analgesici come il paracetamolo e i FANS (farmaci antinfiammatori non steroidei) sono talvolta usati anche per controllare il dolore associato ai linfonodi. Ma questi farmaci possono produrre vari problemi come gravi reazioni allergiche, danni gastrointestinali e aumento del rischio di insufficienza cardiaca.

Altre volte, la chirurgia può essere necessaria per drenare un linfonodo pieno di pus, chiamato anche ascesso.

Ci sono anche una serie di trattamenti naturali e rimedi per le cause di un linfonodo occipitale gonfio. Diamo una rapida occhiata a ciò che può aiutare a trattare un linfonodo gonfio con farmaci o interventi chirurgici.

Compressa Fredda

Applicare un impacco freddo al tuo linfonodo occipitale gonfio può aiutare a ridurre gonfiore e dolore. Fatelo per circa 10 minuti per alcune volte al giorno fino a quando il gonfiore non cala.

Cibo

La vitamina C è un nutriente fondamentale per stimolare il sistema immunitario. Prendi in considerazione l’aumento della quantità di alimenti a base di vitamina C nella tua dieta, come broccoli, verdure a foglia verde come la lattuga romana e il cavolo e frutta come l’arancia e la papaia.

L’aglio contiene anche composti come l’allicina, che sono efficaci nel trattamento delle infezioni fungine, batteriche e virali.

Oli essenziali

L’olio di origano è efficace contro le infezioni virali, batteriche e fungine. Diluire alcune gocce di olio di tea tree con parti uguali di olio di cocco e applicare localmente sulla pelle per trattare le infezioni.

Supplementi

Altri trattamenti naturali dei linfonodi ingrossati includono argento colloidale, miele di Manuka, aceto di mele e radice di astragalo.

Per il trattamento dell’aceto di sidro di mele, prendere due cucchiai in un bicchiere di acqua filtrata tre volte al giorno. È inoltre possibile applicare un panno di aceto di sidro di mele inzuppato al linfonodo occipitale gonfio.

Quando vedere un dottore

Quando dovresti vedere un medico con un linfonodo occipitale gonfio? Spesso un linfonodo ingrossato o ingrossato è un problema minore; tuttavia, a volte può anche essere un segno di cancro.

Di conseguenza, è molto importante visitare un medico o un altro professionista medico se si verifica uno dei seguenti sintomi:

  • Linfonodi induriti che sembrano irregolari, anormali o sono apparsi senza una ragione apparente
  • Linfonodi che si sono gonfiati da due a quattro settimane e continuano a ingrandirsi
  • Perdita di peso improvvisa
  • Sudorazione notturna o febbre persistente
  • Linfonodi teneri, rossi o di dimensioni maggiori
  • I linfonodi si sentono gommosi, duri o non si muovono quando vengono toccati
  • Difficoltà a respirare oa deglutire

Considerazioni finali sui linfonodi occipitali gonfiati

In sintesi, ci sono molte cause del linfonodo occipitale gonfie. Alcuni di questi includono infezioni batteriche, fungine o virali; linfoma non-Hodgkin e cancro; malattie sessualmente trasmissibili; infezioni tonsillari o alla gola; malattie lipidiche, rigetto di trapianti; e sarcoidosi.

Oltre a un linfonodo occipitale gonfio, altri sintomi comuni includono irritazione dei linfonodi, dolore al collo e rigidità, e prurito del cuoio capelluto o forfora.

I trattamenti convenzionali più comuni dei linfonodi ingrossati sono antibiotici, antidolorifici e chirurgia per drenare un linfonodo pieno di pus (un ascesso).

Trattamenti di linfonodi ingrossati naturali includono un impacco freddo, cibi di vitamina C, oli essenziali come olio dell’albero del tè, miele di Manuka, argento colloidale, radice di astragalo e aceto di sidro di mele.

Se stai cercando un trattamento naturale per i linfonodi occipitali gonfiati, potrebbero essere necessari alcuni giorni prima di vedere i risultati.