Cerca
Cerca
I migliori esercizi di cefalea cervicogenica

I migliori esercizi di cefalea cervicogenica

Esercizi di cefalea cervicogenica possono essere la chiave per alleviare il dolore e il disagio di questo mal di testa relativo al collo. Le manovre sono tecniche di potenziamento specializzate e distensioni per il dolore al collo e mal di testa che lavorano per alleviare la tensione, nonché per migliorare la gamma di movimento. La terapia fisica e la prescrizione di farmaci possono servire come trattamenti complementari nei casi più gravi.

Conosciuto come cefalea secondaria, un mal di testa cervicogenico può essere causato da un nervo bloccato o da altre condizioni di salute originate da una fonte all’interno del rachide cervicale. Questo può includere i vasi sanguigni, i dischi, i legamenti o i muscoli del collo o della schiena.

Esercizi di cefalea cervicogenica

Il trattamento di cefalea cervicogenica tende a focalizzarsi sullo stiramento e il rafforzamento delle ossa, dei legamenti e dei muscoli del collo. Un appropriato regime di esercizi mirati può essere determinato durante qualsiasi terapia fisica necessaria per il mal di testa, in particolare quelli di natura cervicogenica.

Inizia eseguendo esercizi di stretching cervicogenico da tre a cinque volte al giorno, aumentando il numero di ripetizioni ogni volta.

1. Esercizio di flessione craniocervicale (CCF)

Sdraiati sulla schiena con un asciugamano arrotolato dietro al collo. Fai un cenno del capo con il collo e la testa e tieni premuto per 10 secondi. Progresso per alzare le braccia su entrambi i lati per la durata della stiva.

Una volta che il collo e la testa sono forti, sedersi contro un muro ed eseguire il movimento annuendo e mantenendo la posizione senza supporto per il collo.

2. Esercizio di flessione ed estensione

In posizione seduta o in piedi, porta lentamente il mento al petto e tieni premuto per 30 secondi per un leggero allungamento sulla parte posteriore del collo.

Quindi, sposta la testa indietro in modo che gli occhi siano focalizzati sul soffitto per allungare i muscoli del collo anteriore. Mantieni questa posizione per 30 secondi.

Rafforza i muscoli del collo ponendo la mano sulla fronte e cercando di spingerla contro la mano. Mantieni la posizione per 10 secondi.

Quindi, posiziona la mano sul retro del collo e della testa e sposta la testa all’indietro con gli occhi rivolti verso il soffitto. Mantieni questa posizione per 10 secondi.

3. Esercizio di rotazione

Stai in piedi o siedi in una posizione eretta mentre gira la testa verso destra, guardando dietro le spalle. Mantenere la posizione per 30 secondi prima di tornare alla posizione originale. Ripeti sul lato sinistro.

Progressivamente progredisci a mettere la mano destra sulla tempia destra della tua testa per resistere mentre giri la testa. Mantieni questa posizione per 10 secondi prima di ripetere sul lato sinistro con la mano sinistra e la tempia.

4. Esercizio di flessione laterale

Stai in piedi o siediti e lascia cadere la testa sul lato destro. Tocca la spalla destra all’orecchio destro senza muovere la spalla verso l’alto. Mantenere la posizione per 30 secondi e tornare alla posizione iniziale. Ripeti sul lato sinistro.

Rafforzare questi muscoli usando la mano come supporto di resistenza contro la tempia. Mantenere la posizione per 10 secondi su ciascun lato.

5. Esercizio Chin Tuck

In posizione eretta o seduta, sposta dolcemente le spalle all’indietro mentre il mento è abbassato verso il petto. Rimanere rivolti in avanti e mantenere la posizione per 10 secondi. Ripeti 10 volte.

6. Esercizio con la scapola

Sedersi o stare in piedi con i fianchi diritti, non sporgersi in avanti o indietro. Muovi lentamente le spalle all’indietro e spingi delicatamente il petto verso l’esterno.

Quando ti trovi in ​​una posizione comoda ma allungata, tieni premuto per cinque secondi. Rilasciare e tornare alla posizione iniziale e ripetere 10 volte.

7. Esercizio di rafforzamento della schiena

Sdraiati sullo stomaco con la faccia a terra. Inspirare ed espirare profondamente diverse volte. Quindi, puntellare la parte superiore del corpo sui gomiti e mantenere la posizione per un massimo di due minuti.

Il mal di testa cervicogenico può causare lieve disagio o dolore severo a causa di danni o lesioni ai nervi del rachide cervicale. La maggior parte dei casi di questa forma di mal di testa può essere alleviata, o prevenuta, stirando e rafforzando i muscoli della testa e del collo, i tessuti e le ossa.

Gli studi clinici hanno mostrato un miglioramento degli episodi di cefalea cervicogenica quando si combinano esercizi di stretching con esercizi di rafforzamento mirati.

Come con qualsiasi trattamento di esercizio, è meglio iniziare lentamente e gradualmente progredire man mano che la forza viene riguadagnata. Si consiglia inoltre di consultare il proprio medico prima di eseguire uno degli esercizi sopra elencati per ridurre il rischio di lesioni.