Cerca
Cerca
Cos’è latte di mandorla, ed è buono o cattivo per te?
Condividi:

Cos’è latte di mandorla, ed è buono o cattivo per te?

Con l’avvento di diete a base vegetale e sensibilità ai latticini, molte persone cercano un’alternativa al latte di mucca.

Il latte di mandorle è uno dei latti a base vegetale più venduti grazie alla sua consistenza e al suo sapore ricco.

Tuttavia, trattandosi di una bevanda lavorata, ci si potrebbe chiedere se sia un’opzione nutriente e sicura.

Questo articolo esamina il latte di mandorle e se è buono o cattivo per la tua salute.

Cos’è il latte di mandorle?

Il latte di mandorla è composto da mandorle tritate e acqua, ma può includere altri ingredienti a seconda del tipo.

La maggior parte della gente lo compra premade, anche se è abbastanza facile da fare anche a casa.

Durante la lavorazione, le mandorle e l’acqua vengono miscelate e quindi filtrate per rimuovere la polpa. Questo lascia un liquido liscio.

Nella maggior parte dei latti di mandorle commerciali vengono aggiunti addensanti, conservanti e aromi per migliorare il sapore, la consistenza e la durata di conservazione.

Il latte di mandorla è naturalmente senza latticini, il che significa che è adatto per i vegani, così come le persone con allergia ai latticini o intolleranza al lattosio.

Tuttavia, dovresti evitarlo se sei allergico alle noci degli alberi.

Il latte di mandorla è una bevanda a base vegetale composta da mandorle e acqua filtrata. È naturalmente latticini e senza lattosio, rendendolo una buona opzione per chi evita i latticini.

Nutrizione del latte di mandorla

Con solo 39 calorie per tazza (240 ml), il latte di mandorla è molto basso in termini di calorie rispetto al latte di mucca e altre bevande a base di piante. Contiene anche vari nutrienti.

Una tazza (240 ml) di latte di mandorle commerciale fornisce:

  • Calorie: 39
  • Grasso: 3 grammi
  • Proteina: 1 grammo
  • Carboidrati: 3,5 grammi
  • Fibra: 0,5 grammi
  • Calcio: 24% del valore giornaliero (DV)
  • Potassio: 4% del DV
  • Vitamina D: 18% del DV
  • Vitamina E: 110% del DV

Il latte di mandorla è una fonte eccellente e naturale di vitamina E, che è un antiossidante liposolubile che aiuta a proteggere il corpo dai danni dei radicali liberi.

Alcune varietà sono fortificate con calcio e vitamina D, che sono nutrienti importanti per la salute delle ossa. Le versioni casalinghe non sono una buona fonte di questi nutrienti.

Infine, il latte di mandorla è a basso contenuto di proteine, con 1 tazza (240 ml) che fornisce solo 1 grammo.

Il latte di mandorla è naturalmente ricco di vitamina E, un antiossidante che lotta contro la malattia. Durante la lavorazione, è comunemente fortificato con calcio e vitamina D. Tuttavia, non è una buona fonte di proteine.

Benefici per la salute del latte di mandorla

Il latte di mandorla può fornire alcuni benefici per la salute.

Ricco di vitamina E

Le mandorle sono un’ottima fonte di vitamina E, che è una vitamina liposolubile importante per proteggere le cellule dai danni dei radicali liberi.

La vitamina E promuove la salute degli occhi e della pelle e può svolgere un ruolo nella protezione da condizioni come le malattie cardiache.

Una tazza (240 ml) di latte di mandorle commerciale fornisce il 110% del DV per la vitamina E, rendendolo un modo facile e conveniente per soddisfare le esigenze quotidiane.

Le varietà non zuccherate sono a basso contenuto di zucchero

La maggior parte delle persone mangia troppo zucchero aggiunto sotto forma di dessert, bevande e dolcificanti. Pertanto, la scelta di alimenti e bevande a basso contenuto di zuccheri può aiutare a gestire il peso e limitare il rischio di alcune malattie croniche.

Molti latti a base vegetale sono aromatizzati e addolciti. Infatti, 1 tazza (240 ml) di latte di mandorla al cioccolato può contenere fino a 21 grammi di zucchero aggiunto – più di 5 cucchiaini.

Se stai cercando di limitare l’assunzione di zucchero, il latte di mandorle non zuccherato è un’ottima scelta. È naturalmente a basso contenuto di zucchero, fornendo un totale di 2 grammi per tazza (240 ml).

Il latte di mandorle non zuccherato è naturalmente povero di zuccheri e ricco di vitamina E, un potente antiossidante che combatte la malattia. Tuttavia, il latte di mandorle zuccherato può essere caricato con zucchero.

Potenziali aspetti negativi

Mentre il latte di mandorle ha molti vantaggi, ci sono alcuni aspetti negativi importanti da considerare.

Manca le proteine

Il latte di mandorla fornisce solo 1 grammo di proteine ​​per tazza (240 ml) mentre il latte di mucca e di soia fornisce 8 e 7 grammi, rispettivamente.

Le proteine ​​sono essenziali per molte funzioni corporee, tra cui la crescita muscolare, la struttura della pelle e delle ossa e la produzione di enzimi e ormoni.

Molti alimenti senza latticini e vegetali sono ricchi di proteine, tra cui fagioli, lenticchie, noci, semi, tofu, tempe e semi di canapa.

Se non si evitano prodotti animali, uova, pesce, pollo e manzo sono tutte ottime fonti proteiche.

Non adatto ai bambini

I bambini di età inferiore a 1 anno non devono bere latte di mucca o di origine vegetale, in quanto possono prevenire l’assorbimento del ferro. Allattare al seno o usare la formula per l’infanzia esclusivamente fino a 4-6 mesi di età quando è possibile introdurre alimenti solidi.

A 6 mesi di età, offrono acqua come scelta salutare per le bevande oltre al latte materno o alla formula. Dopo l’età di 1, il latte vaccino può essere introdotto nella dieta del bambino.

Ad eccezione del latte di soia, le bevande a base vegetale sono naturalmente a basso contenuto di proteine, grassi, calorie e molte vitamine e minerali, come ferro, vitamina D e calcio. Questi nutrienti sono essenziali per la crescita e lo sviluppo.

Il latte di mandorla fornisce solo 39 calorie, 3 grammi di grassi e 1 grammo di proteine ​​per tazza (240 ml). Questo non è abbastanza per un bambino in crescita.

Se non vuoi che il tuo bambino beva latte di mucca, continua ad allattare al seno o consulta il tuo medico per la migliore formula di Nondairy.

Può contenere additivi

Il latte di mandorle trasformato può contenere molti additivi, come zucchero, sale, gomme, aromi, lecitina e carragenina (tipi di emulsionanti).

Alcuni ingredienti come emulsionanti e gomme sono usati per consistenza e consistenza. Sono al sicuro se non vengono consumati in quantità estremamente elevate.

Tuttavia, uno studio in provetta ha rilevato che la carragenina, che viene comunemente aggiunta al latte di mandorla come emulsionante e riconosciuta sicura, può compromettere la salute dell’intestino. Tuttavia, è necessaria una ricerca più solida prima di poter trarre conclusioni.

Tuttavia, molte aziende evitano del tutto questo additivo a causa di queste preoccupazioni.

Inoltre, molti latti aromatizzati e addolciti di mandorle sono ricchi di zuccheri. Troppo zucchero può aumentare il rischio di aumento di peso, cavità dentali e altre condizioni croniche.

Per evitare questo, scegliere latte di mandorle non zuccherato e non aromatizzato.

Il latte di mandorla è una fonte povera di proteine, grassi e sostanze nutritive importanti per la crescita e lo sviluppo del bambino. Inoltre, molte varietà trasformate contengono additivi come zucchero, sale, aromi, gomme e carragenina.

Come scegliere il miglior latte di mandorla

La maggior parte dei negozi di alimentari locali offrono una varietà di latte di mandorle.

Quando si sceglie un prodotto, assicurarsi di cercare una varietà non zuccherata. Puoi anche selezionare un tipo senza gomme o emulsionanti aggiunti se questi ingredienti ti preoccupano.

Infine, se segui una dieta ristretta, come il veganismo o il vegetarianismo, e sei preoccupato per il tuo apporto di sostanze nutritive, scegli il latte di mandorle che è fortificato con calcio e vitamina D.

In casa e alcune opzioni locali potrebbero non contenere questi nutrienti.

Per ottenere i maggiori benefici, scegliere latte di mandorle non zuccherato, non aromatizzato e arricchito con calcio e vitamina D.

Come preparare il tuo latte di mandorla

Per preparare il tuo latte di mandorle, segui questa semplice ricetta.

Ingredienti:

  • 2 tazze (280 grammi) di mandorle bagnate
  • 4 tazze (1 litro) di acqua
  • 1 cucchiaino (5 ml) di estratto di vaniglia (facoltativo)

Immergere le mandorle in acqua durante la notte e scolarle prima dell’uso. Aggiungere le mandorle, l’acqua e la vaniglia a un frullatore e far pulsare per 1-2 minuti fino a quando l’acqua è torbida e le mandorle sono finemente macinate.

Versare il composto in un colino a rete che viene posto sopra una ciotola e rivestito con un sacchetto di latte di noce o una garza. Assicurarsi di premere verso il basso per estrarre quanto più liquido possibile. Dovresti ottenere circa 4 tazze (1 litro) di latte di mandorla.

Mettere il liquido in un contenitore di servizio e conservarlo nel frigorifero per 4-5 giorni.

Per preparare il tuo latte di mandorle, aggiungi le mandorle bagnate, l’acqua e l’estratto di vaniglia in un frullatore. Versare il composto con una garza e un colino a rete. Conservare il liquido restante nel frigorifero per 4-5 giorni.

La linea di fondo

Il latte di mandorla può essere un’ottima opzione a base vegetale per coloro che evitano il latte vaccino.

Le varietà non zuccherate sono naturalmente a basso contenuto di calorie e zuccheri mentre forniscono molta vitamina E.

Detto questo, il latte di mandorla è povero di proteine ​​e i tipi zuccherati possono essere caricati con lo zucchero.

Se ti piace il latte di mandorle, assicurati di selezionare versioni non zuccherate e non aromatizzate e aggiungi altri alimenti ricchi di proteine ​​alla tua dieta, come uova, fagioli, noci, semi, pesce e pollo.

Condividi: