Cerca
Cerca
Cos’è l’acqua CBD e dovresti berlo?

Cos’è l’acqua CBD e dovresti berlo?

L’olio di cannabidiolo (CBD) è un prodotto popolare che ha guadagnato crescente attenzione negli ultimi anni.

Le farmacie hanno iniziato a trasportare capsule, gummie, vapes e altro ancora infusi con CBD.

L’acqua del CBD è anche diventata di recente ampiamente disponibile, traendo apprezzamenti e critiche.

Questo articolo esamina l’acqua del CBD per aiutarti a determinare se vale la pena acquistarlo.

Cos’è l’acqua CBD?

Il CBD è un composto chimico trovato nella pianta di cannabis.

A differenza del tetraidrocannabinolo (THC), il CBD non è psicoattivo. Pertanto, non produce lo stesso livello elevato associato a THC o marijuana.

Il CBD è stato ben studiato per le sue proprietà medicinali. La ricerca suggerisce che può alleviare il dolore cronico e aiutare a ridurre l’ansia e l’infiammazione.

Ora puoi acquistare una varietà di prodotti CBD, tra cui oli, capsule e gommose, tra gli altri commestibili.

L’acqua del CBD, che è prodotta infondendo acqua con particelle di CBD, è una delle forme più nuove sul mercato.

I produttori affermano che il consumo di alcol può essere un modo semplice per ottenere la correzione del CBD e raccogliere i suoi potenziali benefici per la salute.

Il CBD è un composto trovato in marijuana che è stato associato con molti benefici per la salute. L’acqua infusa con CBD è ora disponibile, insieme a una serie di altri prodotti CBD, inclusi olii, gommose e capsule.

L’acqua del CBD contiene quantità minime di CBD

Uno dei problemi principali con l’acqua CBD è che la maggior parte delle marche contiene pochissimo CBD.

L’ammontare in ogni porzione oscilla per marca, ma la maggior parte fornisce circa 2-5 mg.

Sebbene le raccomandazioni sul dosaggio possano variare, la maggior parte degli studi che valutano gli effetti benefici di questo composto hanno utilizzato dosi di almeno 15 mg al giorno.

Molte aziende giustificano il basso contenuto di CBD dei loro prodotti affermando che usano la nanotecnologia per diminuire le dimensioni delle particelle e aumentare la capacità del corpo di assorbire e utilizzare la CBD.

La ricerca sugli effetti delle nanotecnologie sull’assorbimento della CBD è limitata. Tuttavia, uno studio ha scoperto che le nanoparticelle di CBD a base di lipidi possono essere meglio assorbite dal corpo.

Sono necessari ulteriori studi per determinare se l’uso di nanoparticelle nell’acqua CBD abbia qualche effetto sull’assorbimento.

L’acqua CBD di solito contiene basse dosi di CBD. Molti marchi affermano di utilizzare la nanotecnologia per aumentare l’assorbimento, ma non è chiaro se sia efficace.

Luce e aria degradano CBD

Il CBD è un composto altamente instabile che richiede un’attenta preparazione e conservazione per preservare le sue proprietà medicinali.

In particolare, l’esposizione alla luce e all’aria può causarne la rottura, annullando i suoi potenziali effetti benefici.

La maggior parte dell’acqua CBD viene conservata negli scaffali dei supermercati sotto luce intensa in contenitori trasparenti per giorni o addirittura settimane, degradando il contenuto di CBD.

Uno studio ha valutato gli effetti di alcune condizioni di conservazione sui cannabinoidi e ha scoperto che l’esposizione alla luce ha causato la maggiore perdita di CBD.

La temperatura non ha avuto alcun effetto, ma l’esposizione all’aria ha anche portato a perdite significative nel contenuto di cannabinoidi. Pertanto, non appena apri l’acqua del CBD, il piccolo CBD che contiene immediatamente inizia a scomparire.

Sebbene siano necessari ulteriori studi, questi risultati suggeriscono che l’acqua del CBD non ha probabilmente un impatto molto medicinale.

La luce e l’aria possono causare il cedimento del CBD, annullando i suoi potenziali benefici per la salute. L’acqua del CBD viene spesso venduta in bottiglie trasparenti, quindi il CBD all’interno potrebbe essersi già rotto in modo significativo nel momento in cui lo bevi.

L’acqua del CBD è costosa

Se stai cercando di provare il CBD, bere l’acqua del CBD è una delle strade più costose da percorrere.

Una singola porzione da 16 once (473 ml) può costare circa $ 4-7 USD, tasse e spese di spedizione escluse.

L’acquisto all’ingrosso può aiutarti a risparmiare denaro, ma ogni bottiglia esce almeno a $ 3 USD.

Questo è significativamente più costoso rispetto ad altre forme di CBD.

Ad esempio, l’olio di CBD costa in genere circa $ 35-40 per circa 30 porzioni, il che equivale a meno di $ 2 per porzione.

Le capsule di CBD, le caramelle gommose, i vapori e le creme possono anche fornire una buona quantità di CBD a un costo inferiore per porzione.

L’acqua del CBD è più costosa di altre forme di CBD, comprese capsule, gommose, vapori e creme.

Dovresti bere acqua CBD?

La CBD può offrire vari benefici, ma l’acqua del CBD contiene quantità minime.

Inoltre, è più costoso e probabilmente meno efficace della maggior parte degli altri prodotti CBD.

Infatti, dato che questo composto perde le sue proprietà medicinali se esposto all’aria o alla luce, è improbabile che l’acqua del CBD fornisca alcun beneficio.

È meglio attenersi ad altri prodotti CBD per sfruttare le sue proprietà medicinali.

L’olio di CBD, le capsule, le caramelle gommose e altri prodotti alimentari disponibili in bottiglie di colore scuro sono alternative convenienti e più economiche all’acqua CBD.