Scegliere il migliore integratore per capelli: una guida ragionata

come scegliere il miglior integratore per capelli

Gli integratori alimentari per capelli sono prodotti utilizzati per favorire la bellezza ed il benessere del capello, assunti col fine di integrare la normale alimentazione.

Anche se non sono dei farmaci, per essere messi in commercio devono essere sottoposti ad una rigida regolamentazione, pertanto è sempre consigliato rivolgersi al proprio medico per comprendere gli eventuali dosaggi da utilizzare, soprattutto nel caso in cui si soffra di qualche patologia o si sia in una condizione particolare (come ad esempio gravidanza o allattamento).

Avendo queste sostanze per definizione la sola funzione di integrare la normale alimentazione, non possono andare a sostituire i benefici di una corretta routine alimentare e uno stile di vita sano, nè vanno a curare vere e proprie patologie.

Integratori anticaduta per capelli: cosa sono?

I capelli, così come tutto il nostro organismo, per crescere forti e sani hanno bisogno di diversi nutrienti che spesso, anche seguendo una sana e completa alimentazione, non sono presenti in quantità sufficiente; il nostro corpo nel distribuirli tende infatti a privilegiare le funzioni che reputa vitali e necessarie, tra cui non è compresa la crescita del capello.

È proprio in caso di carenza di questi nutrienti che è possibile ricorrere ad un integratore per la caduta dei capelli come quello offerto su dermes.it, presente sul mercato in diverse forme (capsule, fiale, pasticche o addirittura caramelle gommose), formule e funzioni. Vanno assunti a cicli, pertanto possono essere utilizzati anche solo in determinati periodi di difficoltà: conoscendo il nostro corpo, possiamo renderci conto delle sue reazioni a determinati mutamenti, stress, cambi di stagione ecc. e decidere di avvalerci dell’aiuto di queste sostanze solo in dati periodi dell’anno.

Per districarsi in un mercato così ampio bisogna valutare attentamente la propria condizione e le proprie esigenze, tenendo conto di come i diversi integratori anticaduta differiscano per composizione e quindi per finalità: per esempio, per sopperire alla carenza di una determinata vitamina o minerale si può optare per un integratore che sia ne sia ricco, prestando sempre molta attenzione ai dosaggi consigliati. È forse scontato ma doveroso sottolineare come l’assunzione di questi integratori per capelli fini non equivalga alla recitazione di una formula magica, in quanto richiedono del tempo per agire e i primi risultati potrebbero vedersi dopo alcuni mesi.

Fattori che comportano l’indebolimento del capello

Gli integratori per la caduta dei capelli, come abbiamo visto, servono da supporto all’alimentazione, soprattutto quando non correttamente bilanciata e quindi carente di alcune sostanze nutritive. Secondo una ricerca più del 90% di chi soffre di calvizie ha una carenza nutrizionale più o meno importante, a causa di una dieta non bilanciata.

In aggiunta a questo principale problema vi sono differenti fattori che possono contribuire a sfibrare i capelli, renderli spenti, deboli o aumentarne la caduta come gli sbalzi ormonali, i periodi di forte stress, eccessivi trattamenti come decolorazioni e/o tinture, i cambi di stagione ecc. In questi casi può essere opportuno ricorrere agli integratori alimentari che aiutano a conferire nuova forza al capello grazie alle vitamine, minerali, estratti di origine vegetale e altre sostanze nutritive da cui sono composti.

Come scegliere il migliore integratore per capelli

Per poter scegliere il migliore integratore anticaduta è necessario valutare attentamente la sua composizione, per capire la concentrazione di sostanze nutritive che ci verrà fornita, e la qualità delle stesse. Per questo motivo è necessario far attenzione anche alla qualità dell’azienda che distribuisce il prodotto cercando di affidarsi a chi ha competenza nella cura del capello rispetto ad aziende che producono differenti prodotti generici.

Le principali sostanze negli integratori per capelli

In un integratore per capelli sono presenti diverse sostanze con funzioni specifiche ed iniziare a conoscere soprattutto le principali può essere utile nella scelta del giusto integratore per capelli:

  • Biotina, detta anche vitamina B7 o B8 o vitamina H: presente in quasi tutti gli integratori perché contribuisce fortemente alla crescita del capello tramite l’attività di accumulo di proteine che lo compongono. Non ha effetti collaterali gravi se non assunta in dosi eccessivamente elevate;
  • Vitamina C: fondamentale per il sistema immunitario, ha proprietà antiossidanti contro la crescita dei radicali liberi, i quali minano la salute del cuoio capelluto;
  • Vitamina E: fondamentale nella crescita del follicolo pilifero. La carenza di questa vitamina va a inficiare sulla crescita del capello, aumentando la tendenza alla caduta;
  • Vitamine del gruppo B: donano forza al capello contribuendo a creare globuli rossi, fonte di nutrienti e ossigeno per il follicolo pilifero. La carenza di queste vitamine può essere la causa di capelli grassi, forfora e/o addirittura calvizie;
  • Zolfo: favorisce la rigenerazione cellulare ed è un ingrediente tipico degli integratori per la crescita del capello;
  • Ferro: contribuendo alla costituzione dell’emoglobina, si rende necessario per il metabolismo del follicolo pilifero. Una carenza di ferro, infatti, è tra le maggiori cause della caduta di capelli nelle donne;
  • Selenio: ha un ruolo importante nel contrastare i metalli pesanti (mercurio, cadmio ecc.) e proteggere le pareti cellulari dal processo di ossidazione, ma non può essere assunto in dosi massicce a causa di possibili effetti tossici;
  • Zinco: fondamentale per il benessere dell’interno organismo ha proprietà antiossidanti, regola il funzionamento delle ghiandole sebacee e il livello di DHT (ormone che causa la caduta del capello). La carenza di zinco infatti, anche se rara, può avere conseguenze importanti come perdita dei capelli (produzione più elevata di DHT) e infezioni ricorrenti dovute al malfunzionamento del sistema immunitario;
  • Omega3: acidi grassi essenziali, necessari per una buona idratazione della pelle. La carenza di Omega3 può causare la formazione di forfora e l’indebolimento di capelli e unghie;
  • Creatina: proteina che rappresenta uno dei principali componenti di peli, unghie e capelli. La struttura cheratinica del capello può essere compromessa da eccessivi trattamenti (tinture, uso della piastra ecc.), stress, patologie varie, alimentazione sregolata o carente in nutrienti.

Normative che regolano il commercio degli integratori

Abbiamo visto come, pur non essendo dei medicinali, gli integratori, tra cui quelli specifici per capelli, sono regolamentati rigidamente dal Ministero della Salute e dall’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità). Ciò implica che prima di essere messi in commercio debbano essere correttamente notificati agli organi di competenza affinché possa esserne verificata la conformità rispetto alle normative in essere. Ecco alcune delle più importanti certificazioni che si dovrebbero trovare sugli integratori:

  • ISO 22000: certificazione incentrata sulla qualità del lavoro di un’azienda, sia in termini di sicurezza del lavoratore che di processo produttivo, quindi ideazione e creazione del prodotto;
  • GMP (Good Manufacturing Practice): riguarda il controllo sull’operatività in funzione dell’igiene, e quindi sulla sicurezza dei prodotti alimentari di una data azienda;
  • GHP (Good Hygiene Practice): certificazione focalizzata sull’igiene di personale, apparecchiature e fasi produttive;
  • BIOAGRICERT: tramite questa certificazione un prodotto può essere definito biologico, prendendo in considerazione origine e fasi produttive;
  • HACCP: attesta che responsabili e addetti dell’industria alimentare siano debitamente formati sulle politiche di igiene e sicurezza.

Conoscere come funziona il mercato di tali prodotti può aiutare i consumatori nella selezione del giusto integratore: è fondamentale informarsi leggendo attentamente le etichette e il packaging dei prodotti, prestando attenzione anche alla presenza delle certificazioni. In conclusione, gli integratori alimentari possono considerarsi un valido aiuto nella cura dei capelli, specialmente in alcuni periodi in cui, anche cercando di correggere la sola alimentazione, non si riescono ad ottenere i risultati sperati.

L’importante è mantenere il focus su qual è la nostra esigenza e quale tra i tanti tipi di integratori può soddisfarla, tenendo presente la loro composizione, l’affidabilità del marchio e l’importanza del consiglio di un esperto.