Cerca
Cerca
8 Benefici impressionanti di olio di salmone
Condividi:

8 Benefici impressionanti di olio di salmone

L’olio di salmone è meglio conosciuto per essere una fonte eccezionalmente ricca di grassi omega-3.

I grassi omega-3 primari presenti nell’olio di salmone sono l’acido eicosapentaenoico (EPA) e l’acido docosaesaenoico (DHA).

La ricerca ha collegato l’assunzione di EPA e DHA a una varietà di benefici per la salute, come un ridotto rischio di malattie cardiache, una migliore salute del cervello e una riduzione dell’infiammazione.

Questo articolo esplora 8 notevoli benefici per la salute dell’olio di salmone.

1. Ha proprietà anti-infiammatorie

La risposta infiammatoria è una parte importante del sistema immunitario del tuo corpo.

Tuttavia, un’infiammazione eccessiva può dar luogo a malattie croniche come le malattie cardiache e il diabete.

La ricerca suggerisce che i grassi omega-3 presenti nell’olio di salmone possono sopprimere la risposta infiammatoria del corpo in vari modi. Ad esempio, si pensa che riduca i livelli di sostanze chimiche pro-infiammatorie prodotte dalle cellule immunitarie.

In effetti, alcuni studi hanno dimostrato che l’assunzione di integratori di omega-3 può aiutare a gestire i sintomi associati a determinate condizioni infiammatorie, come l’artrite e le malattie cardiache.

I grassi omega-3 nell’olio di salmone possono inibire la risposta infiammatoria del corpo e possono aiutare a gestire i sintomi associati a determinate malattie infiammatorie.

2. Può abbassare i trigliceridi e migliorare i livelli di colesterolo

I trigliceridi sono un tipo di grasso presente nel sangue. Elevati livelli di trigliceridi sono stati identificati come un fattore di rischio per malattie cardiache e ictus.

Nel frattempo, il colesterolo HDL – spesso indicato come colesterolo “buono” – è noto per avere un effetto protettivo sulla salute del cuore.

La ricerca indica che gli omega-3 presenti nell’olio di salmone possono avere un ruolo nell’abbassare i trigliceridi e aumentare il colesterolo HDL.

Uno studio di 4 settimane su 19 persone ha rilevato che consumare fino a 9,5 once (270 grammi) di salmone due volte a settimana riduce i trigliceridi e aumenta i livelli di colesterolo HDL.

Un altro studio su 92 uomini con colesterolo alto e trigliceridi ha confrontato gli effetti del consumo di salmone con altri tipi di proteine.

Gli uomini che hanno mangiato il salmone ogni giorno per otto settimane hanno sperimentato una significativa riduzione dei trigliceridi e un significativo aumento del colesterolo HDL, rispetto a quelli che hanno consumato altre fonti proteiche.

Questa evidenza indica che il consumo di olio di salmone può promuovere la salute del cuore migliorando la concentrazione e la composizione dei grassi nel sangue.

La ricerca suggerisce che il consumo di olio di salmone può promuovere la salute del cuore riducendo i trigliceridi e aumentando i livelli di colesterolo HDL (buono).

3. Può migliorare il flusso sanguigno

Il vostro corpo può utilizzare grassi omega-3 da olio di salmone per fare un composto chiamato ossido nitrico. L’ossido nitrico stimola il rilassamento dei vasi sanguigni, migliorando il flusso sanguigno e riducendo la pressione sanguigna.

Uno studio su 21 persone ha scoperto che coloro che hanno preso integratori di DHA e EPA – grassi omega-3 presenti nell’olio di salmone – hanno sperimentato un significativo miglioramento del flusso sanguigno e dell’apporto di ossigeno durante l’esercizio fisico, rispetto a coloro che hanno consumato un diverso tipo di olio.

Un altro piccolo studio di 6 settimane ha dimostrato che il consumo di EPA e DHA integra quotidianamente il miglioramento del flusso sanguigno e una maggiore tolleranza all’esercizio fisico nelle persone impegnate in esercizi di presa a mano, rispetto a un gruppo di controllo.

Anche se questi risultati sono incoraggianti, sono necessari ulteriori studi per capire meglio come i grassi omega-3 nell’olio di salmone possono migliorare il flusso sanguigno e le prestazioni fisiche.

I grassi omega-3 presenti nell’olio di salmone possono favorire il flusso sanguigno e l’apporto di ossigeno, ma sono necessarie ulteriori ricerche.

4. Può supportare lo sviluppo fetale

I grassi Omega-3 come quelli che si trovano nell’olio di salmone sono essenziali per il corretto sviluppo fetale.

I bambini nati da madri che consumano pesce o prendono integratori di omega-3 durante la gravidanza hanno un punteggio tipicamente più alto nei test di sviluppo cognitivo e motorio rispetto ai bambini le cui madri non hanno consumato grassi omega-3.

L’assunzione di omega-3 da parte della madre durante la gravidanza e del bambino nella prima infanzia sono inoltre associati ad un minor rischio di problemi comportamentali nel bambino.

Alcune ricerche indicano che il consumo di omega-3 può anche svolgere un ruolo nella prevenzione delle nascite pretermine. Tuttavia, le prove su questo effetto è mista e rimane inconcludente.

I grassi omega-3 presenti nell’olio di salmone possono svolgere un ruolo importante nel corretto sviluppo del cervello fetale e nelle funzioni cognitive nei bambini.

5. Può promuovere la salute del cervello

Ci sono forti prove che i grassi omega-3 sono importanti per lo sviluppo cerebrale nei bambini. Ora, una ricerca preliminare suggerisce che possono anche promuovere la salute del cervello molto più tardi nella vita.

Studi in provetta hanno dimostrato che il DHA, uno dei grassi omega-3 presenti nell’olio di salmone, svolge un ruolo nella riparazione e nello sviluppo delle cellule neurali.

Inoltre, un adeguato apporto di DHA è associato ad un rischio ridotto di declino cognitivo legato all’età e allo sviluppo del morbo di Alzheimer.

Inoltre, alcuni studi in provetta e su animali suggeriscono che l’assunzione di integratori omega-3 può aiutare a prevenire e curare il morbo di Parkinson.

In definitiva, studi umani più ben progettati sono necessari per capire meglio come i grassi omega-3 presenti nell’olio di salmone possono sostenere la salute del cervello per tutta la durata della vita umana.

Un adeguato apporto di grassi omega-3 presenti nell’olio di salmone è associato ad un rischio ridotto di declino cognitivo legato all’età e allo sviluppo di malattie neurodegenerative come il morbo di Alzheimer.

6. Può promuovere la salute della pelle e degli occhi

Un adeguato apporto di grassi omega-3 da fonti come l’olio di salmone può giovare alla salute della pelle e degli occhi.

I grassi omega-3 giocano un ruolo nello sviluppo di occhi e vista sani nell’infanzia. Inoltre, un’assunzione più elevata in età adulta è associata ad un minor rischio di malattie oculari come il glaucoma e la degenerazione maculare legata all’età.

Anche gli Omega-3 nell’olio di salmone contribuiscono alla salute della pelle attraverso i loro effetti antinfiammatori.

La ricerca suggerisce che il consumo di omega-3s può proteggere la pelle dai danni del sole, ridurre i sintomi associati alla dermatite e promuovere la guarigione delle ferite.

Un’adeguata assunzione di grassi omega-3 da fonti come l’olio di salmone favorisce la salute della pelle e può ridurre il rischio di alcune malattie oculari legate all’età.

7. Può aiutare il mantenimento del peso

Alcuni studi suggeriscono che l’aggiunta di grassi omega-3 dall’olio di salmone alla vostra dieta, insieme ad altre modifiche dello stile di vita, può aiutarvi a raggiungere e mantenere un peso sano. Tuttavia, i dati sono misti.

Diversi studi su animali hanno rivelato che l’assunzione di integratori omega-3 può ridurre la tendenza ad accumulare il grasso corporeo in eccesso.

Alcuni studi sull’uomo hanno anche dimostrato che l’assunzione di integratori omega-3 ha avuto un effetto simile, riducendo l’accumulo di grasso corporeo quando gli integratori sono stati abbinati ad una dieta ipocalorica e ad un piano di esercizio fisico.

Tuttavia, la maggior parte di queste prove provengono da studi a brevissimo termine.

Una ricerca a più lungo termine è necessaria per valutare meglio il ruolo dell’olio di salmone sull’obesità e il controllo del peso negli esseri umani.

Le prime ricerche suggeriscono che l’assunzione di integratori omega-3 può sostenere la perdita di grasso, ma sono necessari studi umani più a lungo termine.

8. Facile da aggiungere alla tua dieta

Incorporare l’olio di salmone nella vostra dieta è facile. Una semplice opzione è quella di aggiungere il salmone al tuo piano pasto settimanale.

Per ottenere i maggiori benefici, l’American Heart Association raccomanda di consumare una porzione di pesce grasso come il salmone da 3,5 once (100 grammi) almeno due volte alla settimana.

Salmone fresco, congelato o in scatola sono tutte ottime opzioni.

Per una facile cena di una settimana, condire un filetto di salmone con aglio, succo di limone e olio d’oliva e arrostirlo in una padella con una varietà di verdure nutrienti.

Provate ad usare il salmone in scatola per preparare un’insalata di salmone alle erbe o al curry. Servire come panino o su un letto di verdure a foglia per un pranzo leggero e soddisfacente.

Come prendere integratori di olio di salmone

Se non ti piace il salmone ma vuoi comunque approfittare dei suoi benefici per la salute, prendi in considerazione l’assunzione di un integratore di olio di salmone.

Le raccomandazioni sul dosaggio possono variare ampiamente. Tuttavia, l’assunzione giornaliera di circa 1 grammo di olio di salmone che include sia EPA sia DHA è probabilmente adeguata.

Potrebbe essere meglio evitare di consumare più di 3 grammi al giorno a meno che un operatore sanitario qualificato non le abbia richiesto di farlo.

Precauzioni e possibili effetti collaterali

Gli integratori di olio di salmone sono probabilmente sicuri per la maggior parte delle persone, ma assumere troppo potrebbe portare a fastidiosi effetti collaterali, come nausea, bruciore di stomaco e diarrea.

Se stai assumendo farmaci che fluidificano il sangue, è meglio consultare il medico prima di iniziare un integratore di olio di salmone, poiché potrebbe aumentare il rischio di sanguinamento.

In alcuni paesi, compresi gli Stati Uniti, gli integratori alimentari non sono regolamentati. Pertanto, potrebbero contenere ingredienti o additivi indesiderati e potenzialmente dannosi.

Scegli sempre un supplemento che sia stato testato da una terza parte come l’NSF o la Farmacopea degli Stati Uniti per garantire la purezza e la qualità del prodotto che acquisti.

È possibile aggiungere olio di salmone alla vostra dieta sotto forma di pesce intero o sotto forma di integratore. Tuttavia, attenersi alle quantità raccomandate, perché un consumo eccessivo potrebbe portare ad effetti collaterali negativi.

La linea di fondo

L’olio di salmone è una ricca fonte di grassi omega-3 DHA e EPA.

Il consumo di omega-3s da olio di salmone è associato ad una serie di benefici per la salute, tra cui la riduzione dell’infiammazione, l’aiuto per la gestione del peso, e il miglioramento della salute di cuore e cervello.

È possibile ottenere i benefici dell’olio di salmone includendo il salmone nella dieta o assumendo un integratore di olio di salmone.

Tuttavia, attenersi alla quantità consigliata di salmone alla settimana e al dosaggio raccomandato di olio di salmone. Un consumo eccessivo potrebbe portare a conseguenze negative per la salute.

Se non siete sicuri che l’olio di salmone sia adatto alla vostra dieta, consultate il vostro operatore sanitario per un consiglio.

Condividi: