pistacchi sono dei frutti originari del Medio Oriente, che nascono dall’albero Pistacia vera.

le loro proprietà sono argomento di spicco in questi giorni tra i nutrizionisti di tutto il mondo. ciò grazie ad una nuova ricerca scientifica che ne ha osservato gli effetti “miracolosi” su cuore ed arterie.

da questo recentissimo studio  studio condotto presso l’Università della Pennsylvania è emersa l’importanza di questo frutto per il nostro cuore. Infatti, per chi nella propria dieta alimentare introduce questo frutto, oltre a ricevere una diminuzione del colesterolo LDL (quello cativo) può contare anche su un migliore smaltimento degli acidi grassi, utile per la salute del cuore e delle arterie.

questa nuova scoperta va ad incrementare l’importanza di questo frutto secco, che già da tempo veniva consigliato per altre importanti caratteristiche. Le proprietà benefiche più conosciute del pistacchio sono senz’altro le proprietà antiossidanti. Tuttavia, da un recente studio condotto dalla Lung Foundation pare che il pistacchio abbia anche sorprendenti proprietà antitumorali, in quanto proteggerebbe le cellule dal danno indotto dei radicali liberi, che potrebbe portare al cancro.

ATTENZIONE PERò A NON ABUSARNE! non va dimenticato che,

come d’altronde tutta la frutta secca, i pistacchi apportano un elevato potere energetico, quindi sono molto indicati nelle diete alimentari di sportivi e bambini, ma non sono consigliati a chi dovrebbe perdere peso (almeno non in grandi quantità!!!). In particolare i pistacchi sono ricchi di proteine, vitamine (vitamina A e B), minerali (fosforo e potassio) e grassi insaturi, nonchè poveri di sodio, carboidrati colesterolo.

Calorie dei pistacchio: Per ogni 100 gr di questo frutto secco si assumono circa 600 kcalorie, 18 grammi di proteine, 8 grammi di carboidrati e 55 grammi di grassi.

UN QUANTITATIVO PARI A 10 PISTACCHI AL GIORNO POTREBBE ESSERE LA GIUSTA QUANTITà, considerando benefici apportati e valore energetico.

A CHI SONO SCONSIGLIATI?

come già sottolineato, i pistacchi, per via del loro importante apporto calorico sono consigliati a chi dovrebbe perdere peso (ad esser più precisi dovremmo dire che non andrebbero consumati in grandi quantità!!!)

il loro consumo è invece VIETATO a chi soffre di ulcere, gastroenterocoliti, malattie del fegato, diabete.

Pistacchi salati?

Il mercato alimentare spesso propone in vendita questo frutto secco molto salato. Ovviamente è bene consumare questo frutto, come del resto tutti gli altri tipi di frutta secca, quanto più possibile con poco sale, in quanto, in caso di ipertensione, insufficienza venosa e tendenza alla ritenzione idrica, il sale risulta essere un acerrimo nemico.

Lascia un Commento