anche se dal tempo non si direbbe, L’ESTATE è ALLE PORTE!le giornate si sono allungate e le rondini sono ritornate nei nostri cieli.

questo è il momento migliore per iniziare il percorso per METTERSI IN FORMA PER LA PROVA COSTUME!ebbene si, che le vacanze arrivino a giugno,luglio o agosto MAI PRETENDERE DI METTERSI IN FORMA IN UN SOLO MESE!

I vantaggi di un percorso di qualche mese sono tanti: ricevere e far propria una educazione alimentare che persisterà nel tempo; dimagrimento ottimale e duraturo, senza ripresa dei chili persi; poche rinunce PERCHè PER DIMAGRIRE BISOGNA MANGIARE ED è PROIBITA UNA SOLA COSA: PROIBIRE!

DA DOVE INIZIARE?

1) rivolgersi ad un nutrizionista può essere la soluzione migliore e più sicura per ottenere una perdita di peso ottimale e duratura oltre che una educazione alimentare per la vita.

2) Amica acqua… L’acqua, soprattutto con l’arrivo della stagione calda, è fondamentale: aumentane l’assunzione, fino ad 1 litro e mezzo circa in media al giorno, oltre alla quantità introdotta con frutta e ortaggi. Vedrai che sarà un toccasana per la circolazione, la ritenzione idrica e la depurazione di tutto il tuo corpo!

3) 5 pasti al giorno…Essendo pietanze più leggere risulta importante suddividere i pasti in 5 momenti nella giornata, con 2 spuntini a base di frutta o yogurt per non arrivare ai pasti principali con molta fame!

4) Non saltare i pasti. non pensate che diminuendo gli i pasti sia possibile dimagrire! avviene quasi sempre il contrario. diminuendo la frequenza dei pasti, andiamo a fornire al nostro organismo tutte la calorie concentrate in poche volte (pochi pasti) sottoponendolo ad un incredibile sforzo: non sarà mai capace di bruciare tutto quel cibo in blocco e pertanto lo metterà a deposito facendoci aumentare di peso. inoltre otteniamo invece un rallentamento del metabolismo. Bisogna mangiare poco e spesso (5 pasti) per dare il giusto input al nostro corpo che in tal modo può mantenere alti i livelli metabolici.

5) Non eliminare completamente i carboidrati
I carboidrati dovrebbero rappresentare dal 50% al 55% dei nutrienti giornalieri introdotti. Un conto è diminuirne leggermente la quota preferendo carboidrati complessi (pasta, pane, patate), meglio se integrali, un altro è eliminarli drasticamente dalla nostra alimentazione! Il nostro corpo ha bisogno di glucosio come fonte di energia: se non lo ricava dagli alimenti, cercherà di ottenere questa molecola dalle proteine e dai grassi. Poiché questi ultimi rappresentano un importante riserva, il nostro organismo cercherà di utilizzarli il meno possibile ricorrendo in primis alle proteine (che prenderà dal muscolo, facendoci perdere massa muscolare!). Il risultato? Oltre ad un accumulo di corpi chetonici (scarto delle proteine) con rischio di tossicità per il corpo, perderai di tonicità muscolare e anche il tuo apparato osseo ne risentirà, diventando più fragile e a rischio osteoporosi.

ESISTE UNA DIETA PER PUNTI SPECIFICI?

TRA VERO E FALSO, LA SOLUZIONE C’è E GUARDA AL FUTURO!

la nuova frontiera della nutrizione: il nuovissimo ed innovativo ecografo (adipometro) che permette di analizzare ed intervenire su punti specifici in cui si localizza il grasso. Un passo nel futuro!

l’adipometro permette di MISURARE, con estrema precisione, lo spessore dello strato di grasso sottocutaneo (in millimetri) e lo spessore del muscolo (in millimetri) e (ancora più straordinario ed importante) permette di valutare lo STATO di questi strati (ad esempio è possibile distinguere tra il grasso che si sta metabolizzando, ovvero che si sta consumando, da quello che non viene metabolizzato, oppure si può distinguere un muscolo più allenato da uno meno allenato).
in tal modo sarà possibile programmare una alimentazione specifica a seconda delle esigenze del paziente (che possono andare dal dimagrimento di zone specifiche al rassodamento di alcune zone o al  potenziamento muscolare).

La stratigrafia del tessuto adiposo consente di eseguire una scansione bidimensionale delle sedi anatomiche, in cui si desidera valutare la reale morfologia dei pannicoli adiposi e delle fasce muscolari ed eventualmente la loro evoluzione a seguito di una dieta opportunamente strutturata su misura (Utter e Hager, 2008).

Questo innovativo strumento consente un livello di precisione e accuratezza enorme!

Permette di programmare ed ottenere (attraverso opportuno intervento) la modificazione di zone specifiche.

Ottimo per i sovrappeso ma anche per chi è perfettamente normopeso e vuole “combattere” i piccoli accumuli di grasso localizzato!per un lavoro sempre più preciso e mirato!

un alleato importante per il nutrizionista, che permette di raggiungere precisione ed accuratezza massima, per offrire ai miei pazienti un servizio sempre migliore.

 

Lascia un Commento