Ricomincia la scuola. la fine delle vacanze e la ripresa degli impegni, dopo l’estate, non è mai semplice! specie per bambini e ragazzi che devono ritornare sui banchi di scuola, con i compiti da fare, le interrogazioni da sostenere, i rientri pomeridiani, la palestra…

inoltre l’estate ha predisposto l’organismo a ben altri impegni e ritmi, che possono aver disabituato i ragazzi a sostenere certi orari e certi sforzi cognitivi. in tal senso l’inizio di una attività così impegnativa quale la scuola può seriamente risultare difficile da sostenere e può rappresentare un impatto non semplice da gestire. Proprio recentemente, infatti, secondo uno studio italo-francese la maggior parte dei bambini arriva a scuola soprattutto non correttamente idratato, con il rischio di compromettere le performance cognitive.

tutti gli esperti di nutrizione garantiscono che alla base di una buona capacità cognitiva e di una ottima resa (mentale come fisica) c’è la cura dell’alimentazione, che ha il grande potere di favorire la concentrazione, aiutare la memoria e fornire la giusta carica.

gli esperti infatti consigliano di seguire alcuni semplici ed efficaci consigli, utilissimi a bambini e ragazzi per affrontare i primi giorni di scuola in modo energico e per sostenere, durante tutto l’anno, gli sforzi e gli impegni scolastici.

QUALI SONO I PRINCIPI DI UNA BUONA ALIMENTAZIONE CHE AIUTI A RIPRENDERE LA SCUOLA IN MODO CORRETTO?

INNANZITUTTO SCEGLIERE UNA COLAZIONE ENERGETICA E RICCA DI NUTRIENTI ESSENZIALI. Per cominciare bene la giornata, infatti, i bambini devono bere il latteo lo yogurt, e devono mangiare cereali obiscottifrutta,  pane e fette biscottate. In questo modo il bilancio dell’acqua nel corpo sarà adeguato e si eviteranno cali d’attenzione da carenza di zuccheri.

A metà  mattinata sarebbe ideale fare uno spuntino, che non appesantisca troppo, ma sia  comunque energetico, come ad esempio un piccolo panino con il prosciutto, un frutto o 1 yogurt. No alle bevande gassate o zuccherate, i succhi vanno bene ma solo senza zuccheri aggiunti. Non bisogna dimenticare che un eccesso di grassi e zuccheri nella dieta (soprattutto per i ragazzi) è una strada sicura verso l’obesità , patologia sempre più diffusa anche nei bambini, con ripercussioni sulla salute anche gravi.

è ormai risaputo, inoltre, che i bambini hanno maggiore bisogno di vitamine (B12 e E) e Sali minerali (calcio, iodio, ferro, zinco), ma anche di acidi grassi Omega 3. proprio per aumentare la presenza di acidi grassi nella dieta, è consigliabile scegliere, per i loro pasti principali, alimenti come i cosiddetti pesci grassi (il salmone, lo sgombro, le sardine, ecc.) da consumare almeno 2 volte a settimana. Il pesce, infatti, aiuta a sviluppare le difese immunitarie e combatte lo stress. mentre per aumentare l’introito di vitamine e minerali nella dieta dei bambini non devono mai mancare frutta e verdura, ricchi di quste due sostanze essenziali al corretto funzionamento dell’organismo, utili alle difese immunitare, importanti per la concentrazione, energizzanti e ad effetto calmante e antidepressivo.

spero che questi consigli aiutino per buon inizio della scuola!

buon inizio a tutti!

 

Dott.ssa Maria Antonella Catenacci

Lascia un Commento