Una ricetta vegan apparentemente povera e semplice, ma ricca di nutrienti: la frittata di ceci.

Ricetta per 6 persone:
200g farina di cecei
300ml di acqua
1 cipolla
2 zucchine
Sale
Pepe
Olio per ungere la teglia

Procedimento:
Frullare acqua e farina con festa elettrica in modo da non far formare grumi. Bisogna ottenere una pastella morbida della consistenza dell’impasto delle crepes. A questo punto aggiungere zucchine e cipolle crude affettate finemente. Versare il comppsto in una teglia rivestita di carta forno e cuocere per 20-30 min a 200gradi.

Il gusto? Eccellente!
Le proprietà? Dai ceci (indubbiamente calorici) questa ricetta ricava proteine vegetali e fibre, ma soprattutto vitamina C e ad alcune vitamine del gruppo B, oltre a minerali (soprattutto magnesio e fosforo) e acidi grassi polinsaturi. Inoltre, la presenza di saponine nei ceci aggiinge proprietà terapeutiche alla nostra preparazione: si tratta di proprietà relative al controllo dei livelli di colesterolo e trigliceridi. Non meno impprtanti le proprietà antiacide. Dalla cipolla, invece, altre straordinarie proprietà: utile come prevenzione antitumorale ma ha anche perfetta perhd650x433_wm altre interessanti
caratteristiche. Le sostanze solforate presenti nella cipolla hanno la capacità di ridurre i
trigliceridi e il colesterolo e di combattere l’aggregazione piastrinica per rendere il
sangue più fluido e aiutare a prevenire trombi o coaguli e altre malattie cardiovascolari.
La cipolla è, da sempre, riconosciuta come diuretica e infatti si usava con successo in
tutte le malattie delle vie urinarie (calcoli renali, vescicali, cistiti e prostatiti) sia
mangiandola, sia bevendone il decotto. Contro la gotta e per aumentare la diuresi, la
cipolla era lasciata macerare nel vino bianco ottenendo una bevanda che veniva assunta
durante il giorno. Consumare cipolle è consigliato anche ai diabetici, perchè contiene la
glucochinina, un ormone vegetale dall’azione antidiabetica.
Stimola la funzione disintossicante del fegato e pertanto si consiglia a chi soffre di
patologie epatiche, inoltre normalizza la flora batterica intestinale e rallenta i processi
putrefattivi che liberano sostanze tossiche che possono portare al cancro del colon
e del retto. Contiene enzimi che stimolano la produzione di globuli rossi (effetto
antianemico), apporta ferro e alcuni oligoelementi.
Lo sciroppo di cipolla con un po’ di miele è un rimedio ideale per alcune affezioni
respiratorie tipo bronchiti, tonsilliti e faringiti.
La cipolla mangiata cruda è molto utile per l’apparato digerente in quanto elimina i batteri
patogeni presenti nello stomaco e nell’ intestino favorendo la secrezione biliare e quindi
il processo di digestione, ma purtroppo è sconsigliata a chi soffre di iperacidità e di ulcera
gastroduodenale.