Dopo la dieta

La paura di riprendere i chilogrammi perduti quando si conclude una dieta è una preoccupazione frequente.

Premettiamo che UNA DIETA EQUILIBRATA, IN CUI LA PERDITA DI PESO è AVVENUTA NEI GIUSTI TEMPI ED è COINCISA CON UNA REALE PERDITA DI GRASSO (e non di massa muscolare) GARANTISCE QUASI SEMPRE DI NON RIPRENDERE I CHILI PERSI!

Ci sono però alcuni suggerimenti che posso essere utili a tutti!

In primo luogo il percorso di dimagrimento proposto, mira soprattutto ad una educazione alimentare: il fine quindi non è solo quello di perdere peso e raggiungere un peso ideale, ma anche e soprattutto far accettare e far diventare proprie del paziente alcune abitudini di vita e di alimentazione che saranno un prezioso teso per tutti gli anni a venire. La maggior parte dei pazienti, una volta concluso il percorso dietetico, non riprendono i chili perduti, perché hanno acquisito le conoscenze giuste per gestire la propria alimentazione: riescono a capire quanti cibi consumare anche senza pesarli, riescono a gestire bene le associazioni tra alimenti e, anche se si lasciano andare a qualche vizio, sanno come ritornare alle giuste abitudini alimentari. L’educazione alimentare e l’adozione di uno stile di vita salutare sono quindi i primi percorsi garantiti, che diventano e rimangono delle abitudini ottime, gradite e irrinunciabili per i pazienti. D’altronde mettersi a dieta stretta, per poi abbuffarsi dopo aver raggiunto l’obiettivo è una contraddizione in termini! Tutti sanno di non dover stare sempre a dieta per non ingrassare, ma allo stesso tempo pare ovvio che la vera salute sta nell’adottare uno stile alimentare sano che non punti tanto al “calcolo del Kg”, ma piuttosto al rispetto delle sane abitudini.

In secondo luogo, una buona dieta di mantenimento (che aiuti soprattutto a comprendere come gestire la propria alimentazione) è un aiuto indispensabile alla stabilizzazione del peso perduto.

Ci sono poi una serie di accorgimenti da tenere a mente: in primo luogo non perdere la sana abitudine di fare spuntini, perché sono un ottimo spezza fame e perché ti aiutano a distribuire le calorie in modo ottimale nella giornata; concediti qualche strappo alla regola, ma non farlo diventare una abitudine; controlla il tuo peso ogni 15 giorni, non di più, perché devi essere consapevole delle sue variazioni ma non devi farlo diventare una tua ossessione; non abbandonare l’attività fisica e cerca di insegnare anche a chi ti sta attorno le sane abitudini alimentari che hai appreso durante la dieta; di tanto in tanto ritorna dal tuo nutrizionista per un controllo, ciò può incoraggiarti a  mantenere le sane abitudini e può essere un momento di ulteriore apprendimento di regole di sana gestione alimentare.