Dieta senza fame

Cosa è la fame?

La fame è una sensazione fisiologica, che si innesca  quando l’organismo ha necessità di cibo, quindi di energia e nutrienti. La fame quindi è una sensazione necessaria che organismo attiva per mettere in moto la condotta di ricerca del cibo. Se, al contrario, le necessità di cibo dell’organismo sono soddisfatte, si innesca il meccanismo della sazietà, che ci induce a smettere di alimentarci. I meccanismi che governano la sensazione fame/sazietà sono complessi e finemente regolati.  Fame o appetito? Distinguiamo la fame dall’appetito? L’appetito è infatti diverso dalla fame: è una situazione soggettiva, stimolata da diversi incentivi completamente estranei alle necessità energetiche. Si tratta di una condotta tipicamente umana, in genere stimolata dall’esterno (pubblicità, consapevolezza di non poter assaggiare un alimento che diventa quindi più desiderato) che crea un falso bisogno nutrizionale-energetico.

Perché certe diete fanno avvertire la fame?

La maggior parte delle diete risultano eccessivamente restrittive: spesso forniscono un apporto energetico (calorie)non sufficiente all’organismo, spesso sono carenti di nutrienti essenziali. In questo caso l’alimentazione è talmente scarsa da non riuscire a soddisfare le esigenze dell’organismo. Dunque avvertiamo fame: il nostro corpo percepisce una scarsità di energia e nutrienti che tuttavia gli sono necessari, pertanto innesca la sensazione di fame per indurci a rifornirlo di cibo. Da non sottovalutare è anche l’esclusione totale di alcuni alimenti dalla dieta: una azione tanto errata dal punto di vista nutrizionale, quanto praticamente ingestibile dal punto di vista “umano”.

Come è possibile che una dieta non faccia avvertire la fame?

Se quindi la sensazione di fame si innesca in situazioni di scarsità di cibo, risulta ovvio che solo una alimentazione in grado di soddisfare le richieste dell’organismo può non attivare la sensazione di fame.

Strutturare una dieta che non faccia avvertire fame è possibile!!!

Attraverso lo studio delle reali necessità e dei fabbisogni dell’organismo (con metodiche scientificamente validate ed affidabili) è possibile strutturare una dieta che (pur se ipocalorica e finalizzata alla perdita di peso) riesca comunque a fornire i giusti apporti nutrizionali, adeguati a soddisfare le esigenze del nostro organismo. Ciò permette di arrivare più facilmente allo scopo (che sia quello di perdere peso o alimentarsi in un determinato modo) senza far entrare l’organismo in sofferenza e senza avvertire fame.

Allo stesso modo è possibile gestire bene anche la sensazione di appetito: semplicemente non privando la nostra alimentazione di alcun cibo e “educando” il nostro organismo al consumo intelligente di ogni alimento.

Chiedi al nutrizionista di valutare il tuo stato nutrizionale e i fabbisogni del tuo organismo!