Esiste una alimentazione in grado di influenzare la perdita di capelli?e ne esiste una in grado di rinvigorirli e prevenirne la caduta?beh,se pensate a questo potreste gia’ da soli rispondervi:nella composizione chimica dei capelli troviamo una percentuale di acqua ma anche altri principi nutritivi come i lipidi, alcuni sali minerali (ad esempio Magnesio, Zinco, Ferro), pigmenti (eumelanina nei capelli scuri, feomelanina nei chiari), vitamine e, soprattutto nella corteccia dei capelli, sono presenti delle proteine (in gran parte la cheratina). dunque risulta ora ovvio che realmente alcuni alimenti possano fornire i principi nutritivi più adatti a rinvigorire i nostri capelli e prevenire caduta e diradamento!

ma quali sono questi alimenti?

Garantisci l’apporto proteico giornaliero che corrisponde indicativamente a 0,8/1 grammo per chilo di peso corporeo. Dai preferenza agli alimenti proteici ad alto valore biologico (ad esempio l’uovo contiene tutti gli amminoacidi essenziali), ma anche ad alimenti vegetali con alte percentuali proteiche come ad esempio la soia (ed i suoi derivati) conosciuta sin dall’antichità

Privilegia i grassi polinsaturi presenti nell’olio extra-vergine di oliva, olio di semi di lino, olio di soia, noci e altra frutta secca. Una carenza di questi grassi polinsaturi può rovinare il cuoio cappelluto e favorire la caduta dei capelli.

Non esagerare con la quantità di zuccheri semplici consumando ogni giorno dosi elevate di cibi ad alto indice glicemico (zucchero, dolci, caramelle, bibite zuccherine, ecc.), perché un’alimentazione troppo ricca di questi glucidi richiede una continua produzione di insulina e, di riflesso, un’aumentata liberazione di un ormone (cortisolo) che, proprio perché in sovrabbondanza, causa squilibri ormonali. Sia l’insulina che il cortisolo in eccesso nel tempo, provocano una riduzione del metabolismo degli zuccheri, essenziale anche per la salute del capello.

Attenzione a carenze vitaminiche, anche se questi principi nutritivi sono generalmente presenti in moltissimi alimenti. In primo piano abbiamo la vitamina A (retinolo) perché tra le numerose funzioni che svolte salvaguarda anche i capelli dalle aggressioni esterne, regola la sintesi delle cheratine e favorisce la formazione di mucopolisaccaridi. Una fonte elevata di vitamina A è presente ad esempio nelle albicocche secche, carote crude, prezzemolo, mentre tra i principali sintomi da carenza di questa vitamina abbiamo anche capelli fragili, opachi e secchezza cutanea. Grazie alla presenza dei gruppi metilici anche la vitamina E è un ottimo antiossidante ed è importante per la salute dei capelli; tra le fonti principali di questa vitamina ci sono gli oli vegetali, la frutta a guscio (mandorle, noci, nocciole), il germe di grano e le uova. Per contribuire al buono stato della salute dei capelli e combattere i radicali liberi, non dobbiamo trascurare l’apporto delle vitamine del gruppo B e della vitamina C. Ad esempio nei cereali integrali, nei semi di sesamo, nei semi di girasole, nel germe di grano, nelle uova, nel lievito di birra, possiamo trovare fonti preziose di vitamine del gruppo B, mentre la vitamina C è disponibile in elevate quantità negli agrumi (arance, mandarini, limoni, pompelmi, ecc.), ma è concentrata anche nei kiwi, spinaci, prezzemolo e tutte le varietà di cavolo

Sono molti i sali minerali importanti per la salute del capello, tuttavia mettiamo in evidenza le caratteristiche di alcuni di essi quali Selenio, Zinco, Rame e Ferro. Il Selenio è un sale minerale importante per il rinnovamento delle cellule del cuoio cappelluto, oltre che ad essere un ottimo antiossidante. Alcune fonti di questo principio nutritivo sono il germe di grano, il pesce, la frutta secca e alcuni tipi di carne.

Per quanto riguarda il Ferro una sua eventuale carenza può favorire la caduta dei capelli; infatti questo sale minerale è un componente dell’emoglobina (che ha il compito di trasportare l’ossigeno nel sangue), che è una sostanza indispensabile anche per la chioma. Alimenti ricchi di Ferro sono i legumi, noci, tuorlo d’uovo e la carne; ricordiamo che l’assorbimento del Ferro è potenziato dalla vitamina C, mentre è ridotto in presenza di eccessive quantità di fibre alimentari, caffeina

Il Rame invece, contrariamente alle 2 sostanze nervine citate, permette al nostro corpo di utilizzare il Ferro per la sintesi dell’emoglobina; interviene inoltre nella produzione del collagene e favorisce la produzione di una sostanza che colora i capelli. Questo sale minerale è presente in molti cibi, quindi un regime alimentare equilibrato copre il suo fabbisogno giornaliero.

Lo Zinco è un altro principio nutritivo che fa parte della struttura del capello e stimola il sistema immunitario; questo sale minerale è presente in molti cibi come ad esempio alcuni tipi di formaggio (grana), legumi, noci pecan, semi di zucca

Non rinunciare alle alghe. Queste “verdure di mare” sono consumate dalla maggior parte delle persone quasi esclusivamente presso ristoranti cinesi e/o giapponesi. In realtà sono facilmente reperibili pressi i punti vendita di prodotti biologici (che offrono inoltre una vasta gamma di questi vegetali marini) e si possono aggiungere alle minestre, zuppe, sughi, oppure servire come contorni in abbinamento ad altre verdure. Tra le tante alghe in commercio l’alga Hijiki risulta essere particolarmente indicata per rendere i capelli forti, lucidi ed elastici, oltre ad avere un elevatissimo contenuto di Calcio (1400 milligrammi ogni 100 grammi di alga Hijiki). Per rafforzare i follicoli piliferi e le radici nel cuoio capelluto se ne raccomanda un dosaggio adeguato che indicativamente corrisponde a pochi grammi al giorno, mentre per coloro che soffrono di patologie tiroide, l’utilizzo delle alghe non è consigliato.

Alterna alla pasta anche il miglio, uno tra i cereali più antichi. Sotto il profilo nutritivo contiene proteine di buona composizione in aminoacidi essenziali, è ricco di Ferro, Fosforo, vitamine del gruppo B ed è presente anche il Calcio. Questo cereale, essendo privo di glutine, può essere consumato anche dai celiaci e possiede proprietà ricostituenti ed ipocolesterolemizzanti grazie alla presenza di lecitina e colina, oltre ad essere considerato un vero e proprio prodotto di bellezza per la sua azione benefica sulla pelle, unghie e, naturalmente, sui capelli.

In cucina può essere utilizzato come un qualsiasi cereale per preparare squisite ricette come primi piatti, secondi, contorni, dolci e persino bevande rimineralizzanti.

Anche l’ortica è considerata un antico rimedio contro la caduta dei capelli. Può essere assunta sia per uso interno (capsule, compresse, gocce), sia per uso esterno tramite preparazioni varie (lozioni, maschere, impacchi).

Integra la tua alimentazione con il lievito di birra (in scaglie, capsule, in polvere) ed il germe di grano. Questi 2 integratori alimentari sono molto utili per la salute dei capelli perché, anche se assunti in piccole quantità (un cucchiaio al giorno), garantiscono sostanze davvero preziose quali vitamine del gruppo B, Ferro, Zinco, Selenio, oltre a svolgere un’azione fortificante, depurativa, rigenerante

Possiamo quindi considerarli veri e propri integratori del benessere

Se possibile consuma frutta e verdura fresche ogni giorno (almeno 5 porzioni) e poni attenzione ai cibi in scatola, conservati o fritti, perché i vari trattamenti a cui sono sottoposti, e l’aggiunta di composti chimici, riducono l’elevate risorse di vitamine e di sali minerali dei quali questi cibi risultano ricchi, soprattutto se allo stato fresco. Se quindi devi cuocere i cibi prediligi cotture salutari, come ad esempio la cottura al vapore.

L’olio di lino, oltre ad avere mille virtù, è eccellente anche come nutrimento per uso esterno tramite applicazioni su capelli sfibrati, crespi e doppie punte.

Introduci la giusta quantità di acqua. Anche una corretta idratazione favorisce la salute e la bellezza dei capelli, quindi assicura l’equilibrio idrico giornaliero.

Pratica un’attività fisica moderata sia per migliorare le prestazioni fisiche e potenziare cuore, polmoni, ridurre l’eventuale colesterolo e zuccheri alti nel sangue, mantenere in equilibrio il tuo peso forma, sia per scaricare le tensioni muscolari e nervose. In tal caso sono consigliate anche tecniche di rilassamento (yoga, meditazione, musicoterapia, ecc.).

Lascia un Commento