Durante le feste di Natale e fine anno (e nei giorni a seguire) è sempre molto forte la spinta a mangiare!  Come gestire questi momenti, se si sta seguendo una dieta?

Ecco alcuni consigli per gestire bene le feste che stanno per arrivare:

 

  1. NON è UN DRAMMA! Le feste sono un piacevole momento di ritrovo familiare, uno dei pochi momenti dell’anno in cui godersi il focolare domestico, concedersi il riposo meritato in un intero anno e..perchè no!…concedersi qualche “coccola” anche a tavola! Perciò, se realmente gli “eccessi” e le “eccezioni alla dieta” riguardano strettamente i due giorni di natale e i due di capodanno, NON FATENE UN DRAMMA!!! Quanto potranno mai influire 4 giorni di “strappo alla regola” su un intero mese di sana e corretta alimentazione? Davvero nulla!!! Ovviamente questo non è un invito ad eccedere! In realtà basterebbe sentirsi liberi (senza colpevolizzarsi, né essere ingordi) i giorni prettamente festivi e poi riprendere regolarmente la propria linea alimentare equilibrata immediatamente dopo!!!        ECCO QUALCHE ALTRO CONSIGLIO:

 

  1. NO ALLE COPENSAZIONI: evitate di sacrificare l’alimentazione dei giorni successivi pensando di compensare in tal modo gli eccessi dei giorni precedenti! Non ne trarrete alcun vantaggio! Anzi, questo atteggiamento potrebbe essere ulteriormente dannoso: vi produrrà fame eccessiva ed incontrollabile in momenti inaspettati e cadrete (INEVITABILMENTE) nella tentazione dei dolci “rimasti dalle feste”!!

 

  1. MANGIATE Più CIBI “NOVITà”: durante le feste si cerca sempre di preparare qualche pietanza più sfiziosa e particolare, qualcosa che in genere manca sulle nostre tavole nei restanti giorni dell’anno. Allora perché privarsene? Il segreto per mangiare bene (e concedersi qualche pezzo in più di una pietanza “sfiziosa”) è evitare gli alimenti “scontati”, cioè quelli che abbiamo a disposizione tutti i giorni (ad esempio pane, pasta al pomodoro, patate…).

 

  1. ACQUA! Non fate mai mancare sulla tavola natalizia abbondanti caraffe di acqua, naturale o frizzante; limitare invece il consumo di bibite e bevande d’altro genere (oltre ad apportare calorie “inutili” , coprono anche i sapori dei vostri piatti!)

 

  1. Non dimenticare di fare attività fisica, soprattutto aerobica, ricordando di spostarsi preferibilmente a piedi e preferendo le scale al posto dell’ascensore.

 

  1. PER CHI CUCINA…ALCUNI TRUCCHETTI CHE FAN BENE A TUTTI:

Se si deve preparare un soffritto, anziché usare burro od olio, è consigliabile far rosolare aglio e cipolla con vino bianco (l’alcool evapora con la cottura) o brodo sgrassato. Preferire le cotture al vapore, alla piastra, alla griglia o al forno, evitando le fritture. E se il fritto è una tradizione?  State almeno attenti ad utilizzare olio extravergine d’oliva, non fatelo riscaldare troppo (una temperatura troppo elevata ed il fumo sono già indici di trasformazioni dannose dell’olio), scolare bene la frittura (utilizzando carta assorbente per eliminare bene l’eccesso d’olio).

 

Condire utilizzando olio di oliva extravergine a crudo, dosandolo sempre con il cucchiaio anziché versandolo direttamente dalla bottiglia. Per limitare la quantità di olio necessaria, si possono utilizzare liberamente l’aceto (anche balsamico) o il limone.

Prediligere il pesce piuttosto che la carne, e scegliere ricette che prevedano l’utilizzo di verdure, alimenti integrali e legumi nella loro preparazione.

Non eccedere con i salumi, gli antipasti elaborati e i formaggi grassi, soprattutto nella preparazione dei piatti.
Limitare l’uso del sale per insaporire i piatti, cercando invece di esaltare il gusto naturale degli alimenti con spezie ed erbe aromatiche.

Al posto del dolce, si possono proporre colorate macedonie di frutta o sorbetti alla frutta a base d’acqua (senza panna né latte).

Vi auguro Buone Feste

Dott.ssa Maria Antonella Catenacci

Lascia un Commento